scrivi

Una storia di nicole001

1

LA CARESTIA NEL MONDO

Pubblicato il 06 aprile 2017

La carestia è sempre stata presente, fin dall'antichità, nel mondo portando al cannibalismo e alla morte di moltissime persone.

Nonostante lo sviluppo economico e sociale, avvenuto nel corso dei secoli, le cause, naturali (siccità, malattie delle piante, agenti atmosferici) o umane (guerre, scorreta gestione delle risorse), restano sempre uguali.

CARESTIE IN EUROPA

EUROPA OCCIDENTALE:

Uno degli eppisodi principali di carestia è avvenuta tra il 1315 e il 1317, creando problemi negli anni successivi, che portò la morte di milioni di persone.

Una delle principali carestie dell'Europa è avvenuta in Irlanda tra il 1845 e il 1846.

le cause principali furono la politica economica, l'incremento demografico,ma soprattuto l'agricoltura, infatti le patate, uno dei principali alimenti irlandesi, erano state colptie da un fungo.

Questo causò una migrazione da parte dei cittadini e, trasmettendo malattie dovute alla mal nutrizione

CARESTIE IN AFRICA

L' Africa è il continente più colpito dalla carestia, infatti la morte di più persone è concentrata in Somalia, sud Sudan e in nigeria.

Questo è dovuto ai continui conflitti etnici e all'economia.

CARESTIA NEI PROMESSI SPOSI

Anche ne 'I promessi sposi' la carestia svolge un ruolo molto importante, con molti riferimenti in tutto il libro.

Manzoni sottolinea soprettuto la carestia avvenuta intorno al 1630, a Milano, causata dalle guerre, dai saccheggi dei lanzichenecchi ma soprattutto dalla peste. Tutto ciò provoca il mal contento del popolo che Manzoni paragona a delle bestie durante i tumulti per il pane.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×