scrivi

Una storia di CreepyBrook

-1

High School of Breeds - Prologo

Nuovo Mondo Nuove Razze

Pubblicato il 15 dicembre 2016

<Lucy,andiamo!!!>

Furono le parole della madre della ragazza che la svegliarono dallo stato di sovrappensiero mentre lei fissava la sua vecchia casa,dove ci aveva trascorso tutta la sua infanzia e metà della sua adolescenza. D'un tratto il vento si alzò e mosse i suoi lunghi capelli dorati,la ragazza si coprì i suoi grandi occhi castani per evitare che la sua pupilla entrasse in contatto con qualcosa di esterno.

<Si arrivo!> disse la ragazza avviandosi verso la macchina piena di valigie,ci entrò e la madre percosse la strada diretta verso Boston lasciando la loro vecchia città,Detroit.

Durante il lungo viaggio Lucy era immersa nei suoi pensieri,il più importante tra questi era di iscriversi in una scuola pubblica,una scuola in cui potevano iscriversi alunni di qualsiasi razza. Lei,fin da piccola,ha sempre frequentato una scuola "razzista",chiamata così perché poteva accettare solo una razza di studenti,nel suo caso una scuola razzista di umani. In quegli anni si era sempre chiesta com'era relazionarsi con un individuo di un'altra specie,ovviamente aveva dei parenti che erano Mutanti oppure degli Exo,ma voleva sapere qual era l'effetto di avere un rapporto d'amicizia o magari innamorarsi,e non voleva commettere lo stesso errore con il suo ex ragazzo Mutante; sua madre ha sempre cercato di allontanarla da quest'ultimo,e più tardi ne capì il motivo.

Sapeva le differenze tra le loro specie,anche suo padre era un Mutante,ma per motivi di lavoro si è trasferito a Boston quando Lucy aveva 5 anni;forse è il vero motivo per cui scelsero Boston come nuova città in cui trasferirsi. Lei sapeva che i Mutanti avevano capacità fisiche e mentali nate da una malformazione del loro DNA per motivi a loro sconosciuti,ed ogni Mutante poteva avere una sola capacità; i Zimbionti erano persone riportate in vita tramite un piccolo parassita inserito nell'anticamera del loro cervello,il piccolo organismo mandava degli impulsi al cervello abbastanza potenti da risvegliarlo. Gli impulsi rafforzavano anche le capacità motorie,come forza ed agilità,e rendevano più sensibili i 5 sensi,ma aveva due svantaggi : il corpo fisicamente era morto,perciò andava in decomposizione,ma esistevano dei negozi che vendevano parti del corpo ed anche operazioni chirurgiche per "aggiustare" le articolazioni; il secondo svantaggio era che durante il passaggio da defunto a Zimbionte si perdeva un po' della memoria,i ricordi potevano essere riacquisire col tempo,ma era raro che un Zimbionte riacquistasse tutti i ricordi perduti.

Gli Exo erano delle intelligenze artificiali talmente potenti che potevano pensare e provare emozioni,si comportavano come normali persone e spesso davano per scontato di essere effettivamente dei robot. Il loro corpo meccanico è coperto da un rivestimento di pelle finta che sottolinea il fatto che anche loro possano possano provare emozioni come le altre razze,però questo rivestimento è talmente simile alla pelle umana che gli Exo venivano scambiati per altre razze,perciò per farsi distinguere alcune delle loro parti meccaniche sono più esposte. Questa mente "umana" è nata grazie alla IA chiamata DenkHeit,che permette ad ogni Exo di avere gusti e comportamenti diversi,un po' come le persone che sono diverse e distinte fra tutti. La loro parte meccanica ha anche delle varianti "fisiche" che possono essere aggiunte da ingegneri specializzati,come per esempio l'avere delle mani magnetiche; poi c'è il bisogno di caricarsi di energia elettrica o diesel per rimanere attivi,se l'Exo non acquisisce abbastanza dosi di ricarica va in "Sleep Mode",come se dormisse,e si riattivava solo se era completamente carico.

Lucy era talmente immersa nei suoi pensieri che non si accorse che era arrivata a destinazione.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×