scrivi

Una storia di Nubedelanieve

logo sfide intertwine

Questa storia partecipa al contest
Essenziale 2049

La storia siamo sempre noi

228 visualizzazioni

Pubblicato il 06 dicembre 2017 in Altro

Tags: 2049

0

Sono ancora a letto. Ho scelto di riscaldarlo premendo uno dei bottoni sulla sinistra. Posso renderlo freddo o caldo. Altri due pulsanti regolano le luci e l’inclinazione del letto. Io ho comprato un modello che ha un display dove poter leggere i libri. Ne ho visti pochi di carta, solo quelli conservati in musei e biblioteche. Oggi però non posso permettermi di stare a letto, devo lavorare, ma non devo uscire. Da casa svolgo praticamente tutto, però ogni tanto mi piace uscire a parlare con le persone, in particolare guardare i loro occhi. Sempre di corsa tutti. Sempre tenuti distanti dalla tecnologia. Un giorno sono salito in soffitta, attraverso la scala mobile che ho fatto installare. Meraviglioso non dover fare un passo! Mi è sembrato di catapultarmi su un altro pianeta. Ho trovato un libro scritto da mia madre e varie lettere cartacee. Oggi la penna non viene più usata, anche a scuola, si impara a scrivere direttamente sul tablet. Ci sono delle applicazioni che fanno comparire le lettere tratteggiate e con il dito bisogna ricalcarle, come succede coi telefoni, il forno della cucina, la lavatrice. Basta un tocco in tutto. Ma quando ho sfiorato la mano di quella ragazza, il tocco è stato davvero magico. Ho iniziato a riflettere sul sapore delle cose antiche come un libro e l’odore di carta stampata che non avevo quasi mai sentito e mi sono chiesto se, forse, scrivere lentamente ti facesse scavare più a fondo nell’animo. Ho incontrato quella ragazza e sono stato stregato dai suoi occhi, le ho sfiorato la mano e ho capito di aver bisogno di rivederla. Finalmente ho qualcosa dentro che mi fa uscire dalle pareti di casa, dalla gabbia dorata che ho volutamente costruito per cercare di vederla. Credo che certe sensazioni non moriranno mai, così come la poesia. Credo che due occhi pieni di luce li troverai sempre. Credo che anche se certe coppie cercano di modificare geneticamente il bambino prima che nasca, la purezza di un bambino sarà immutata. Credo che la vita sia evoluzione, ma quello che forse ci portiamo dietro da sempre, anche in questo 2049, è l’istinto, la voglia di sopravvivere e quella di essere amati.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×