scrivi

Una storia di Marilena

3

MALINCONIA

Quando racconti alla malinconia e lei ti ascolta

Pubblicato il 18 novembre 2017

Seduta sul divano sollevi lo sguardo al di fuori dalla finestra, verso un cielo grigio e cupo, cercando uno spiraglio di luce e calore.

La malinconia, silenziosa e discreta si avvicina e si appoggia ad una tua spalla: la strana e dolceamara compagnia, sembra volersi fare consolare. Allora, nei tuoi pensieri cerchi spazi aperti e luminosi, nuove dimensioni che potresti proporle di raggiungere insieme a te.

Così ti ritrovi a raccontarle di quel enorme e giovane drago bianco perlato, sinuoso ed elegante, che volteggia nel mezzo di grandi e leggere nuvole, mentre corrono veloci, sospinte dal capriccio del vento.

Si muove senza meta e le sue scaglie si vestono dei colori variopinti delle nuvole. Così, anche tu e la tua compagna, riuscite a sentire l’aria che si muove intorno a lui, i raggi del sole che lo accarezzano. Poi lo splendido animale si allontana ed insieme riuscite a seguirlo con lo sguardo. L’osservate per diverso tempo, rapite dalle sue spassose evoluzioni, fino a quando si ferma, anche lui, ad osservare qualcosa in lontananza: un gigantesco temporale anima lampi e tuoni.

La sua furia è maestosa ed allo stesso tempo inquietante. Alla fine si placa. Fasci di luce calda erompono tra le scure nuvole. Il drago sembra essere in cerca di qualcosa di importante. Finalmente lo trova.

Un timido arcobaleno si delinea dietro una morbida collina verdeggiante. Lentamente i suoi colori si fanno più vivaci e definiti.

Soltanto quando il suo arco congiunge la terra al cielo, il drago si precipita verso di esso, volando alto, raso alle nuvole. Inebriato, si lancia tra i suoi colori, assorbendone l’energia. Il suo corpo emana colorate vibrazioni e rimanda i colori dell’arcobaleno che attraversa con eleganti movimenti salendo e scendendo, in tutta la sua lunghezza.

Questa incalzante danza la percepiamo come qualcosa di sacro che sa di rinascita. Sembra addirittura di riuscire a percepire anche una melodia che accompagna il drago nei suoi eleganti movimenti. Riuscite a sentire la sua magia, più forte che mai. Senza che ve ne accorgiate, l’arcobaleno torna, lentamente, a scomparire. Il tempo di diventarne consapevoli e osservarne i contorni che ai lati iniziano a dileguarsi, perdete di vista il bellissimo drago che vi ha meravigliosamente ipnotizzato. E’ scomparso come una visione. Siete sicure di averlo visto veramente?

All’improvviso anche voi vi ritrovate nuovamente catapultate nella vostra dimensione. Nel frattempo il cielo si è schiarito. Allora la tua malinconia si congeda con dolcezza. Tu le rispondi sorridendo, poi ti alzi e riprendi la tua vita di sempre.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×