scrivi

Una storia di TonyErrico

Hanno contribuito

3

Solo

intanto il tempo passa

Pubblicato il 05 novembre 2017

1

Un’altra sigaretta per disegnare cerchi che scompaiono mentre si allontanano , lasciando nella stanza quel l’odore forte che ti rimane addosso come un segno, mischiato ai tanti tatuaggi con cui hai marchiato il tuo corpo e che dovrebbero portarti a non dimenticare qualcosa che solo tu sai.

Intanto la musica suona, don’t you remember e ti penetra direttamente nella testa, sono proprio i ricordi che rivivono insieme al giorno in cerca di risposte, quelle che fai fatica a trovare, e che non trovi nemmeno nella vecchia cassa che conserva lontano dal tempo e dalla luce ,oggetti e foto appartenute al passato.

Anche il gatto si guarda attorno, ormai stanco di leccarsi le ferite e di vedersi passare una delle sue sette vite,nel buio della stanza, sterile e silenziosa.

Cazzo, se te l’avessero presagito il futuro, ti sarebbe scoppiata una delle tue risate e ti saresti grattato le palle, bah ci immaginiamo la vita in un modo e poi la viviamo in un’altro.

Noi maestri, direttori, scrittori, artefici , di ogni singolo momento della nostra vita, e’ chiaro ,poi se ti sparano…ma quella è un’altra cosa.

Intanto ti accendi un’altra fottuta sigaretta , le labbra secche e infiammate da quella bionda che non ti molla, e si consuma, bruciandosi lentamente è sei tu l’artefice a decidere se dovrà durare di più.

Hai visto chi è passata?

3

si, è passata un'altra notte, immersi nel buio a sentire il silenzio spaccarti i timpani. I pensieri dei mille ricordi fanno male ma girano dentro la testa, non escono, picchiano sulle pareti, rimbombano. Il nero sembra inghiottirti, ma perchè avere paura? Una notte come tante, un buio che ti ha accompaganto fin dall'infanzia, frasi che ormai ti scorrono nel sangue e che tagliano le vene come lamette.

Tutti i piani, i sogni che immaginavi... rovinati da scelte sbagliate e magari neanche tue. sempre di fretta, si cammina guardando avanti e osservando l'asfalto, conservatrice di mille passi, mille strade. Si cammina senza guardarsi intorno, se piove forse è ancora meglio: una scusa per nascondersi sotto un cappuccio e rendersi immune a tutto. Tutto va avanti, e tu l'hai vista passare?

2

È passata di nuovo come un'ombra tra rivoli di fumo. Mi sono stropicciato gli occhi almeno quante volte ho provato ad allargare le braccia.

Nulla! Che palle il silenzio di un amore spento!

Assomiglia al retrogusto amaro della nicotina che intanto ti morde in silenzio i polmoni.

Ancora sento l'eco delle sue risate. Sapeva ridere in maniera diversa dalle altre.

-Mi sembri una iena e il suo corpo era assalito da uno strano fremito mentre le ballonzolava il seno e io ci perdevo la testa.

Cos'è l'amore se non desiderio?

Sapevo che m'avrebbe fottuto. Ciò che non avevo previsto è che la vita m'avrebbe assestato il calcio finale cogliendomi impreparato.

-Tony, levatela dalla testa quella!

Guardavo Maurizio e non riuscivo a pronunciare il va bene che mi avrebbe salvato.

... No final kiss to seal any seams...

Che ne sapeva delle promesse che ci eravamo scambiati? Ero inchiodato a lei come all'ultima sigaretta che non giungeva mai. Era proprio l'eco dei suoi silenzi a tenermi legato. I nostri baci, un'intimita indicibile, che non osavo confessare neppure a me stesso per il terrore di sentirmi illuso.

But don’t you remember?

Don’t you remember?

Riprendo l'accendino, ne faccio fuori un'altra e un'altra ancora e sento il buio che graffia. E ascolto la sua assenza accendere parole di rabbia.

Laura, don't you remeber?

Nothing! Nothing! Sometimes love is impossible, im-pos-si- ble, impossibile!

0

Dalla finestra, sentivo un rombo,mille scintille vennero fuori dal tubo di scappamento della moto,un urlo disperato,cento e più cavalli fecero sentire la loro potenza, un suono vibrante che prese lo stomaco,le foglie sul selciato,si allontanavano ad ogni ruggito.Disperato il giorno,che timido illuminava il cielo,mentre le ultime e stanche luci dei vicoli si spegnevano. Le lacrime riempivano gli occhi, come un film i ricordi prendevano vita.Come l'estate bella,come il tepore che trovi in inverno, come i baci di chi ami,come il risveglio che non scordi più,come l'addormentarsi dopo l'amore ....L'asfalto rovente si imprimeva delle ruote,che come tatuaggi sulla pelle,si disegnava di una scia di dolore.

Mille chilometri e più ,sole e luna,il fuoco divampava nell'anima ,e prima della pioggia....correva dietro il tempo.Mi accorsi di quanto era bella,quasi sfuggente, mi scomparve dagli occhi.Corre questo tempo,chi di voi l'ha vista passare?

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×