scrivi

Una storia di LexieDay

money,money,money

il tempo è denaro

59 visualizzazioni

Pubblicato il 31 agosto 2018 in Humor

Tags: iltempodenaro lezionidivita money routine

0

money, money money, must be funny in the rich man’s world...

Conto ogni giorno le monetine da uno e due centesimi nel mio portamonete, quasi come ossessionata. “100 centesimi fanno un euro e con un euro posso comprare quattro panini, due li metto nel congelatore, due me li faccio bastare tra oggi e domani. Spero tanto quelli del supermercato non mi mandino a quel paese.” Questo è il rituale giornaliero e settimanale. Schiava dei soldi, schiava del lavoro, schiava di un future che non vedo all’orizzonte, ma di cui canto con quel poco ottimismo che mi rimane e di cui sogno ogni notte. “Quando avrò soldi…” sogno sempre, e penso alla miriade di cose che vorrei comprare ma non posso concedermi.
Sotto un portacenere tengo “nascosti” i soldi che guadagno al ristorante, lavorando quasi tutte le sere. A settimane alterne controllo il conto in banca in cui mi vengono accreditati i soldi del lavoro che invece faccio al mattino e per cui, seppur sul curriculum potrò inserire “esperienza in marketing”, mi pagano una miseria. Amo pensare ci sfruttiamo a vicenda, io e questa azienda, ma la verità è che forse ci guadagnano più loro che io, tra tasse da pagare e ore sprecate su una sedia a inserire dati e cercare di fare conoscere l’azienda attraverso i social media. Tengo il piano delle lezioni attaccato alla parete. Questo corso di laurea ha orari strambi e sono impossibili da memorizzare, dato che cambiano di settimana in settimana. Giornata tipo: tre ore in azienda, quattro di lezione, pranzo, un’ora di riposo e sei ore al ristorante. dormire, lavoro, studio, lavoro, ripeti. Ogni giorno. E per masochismo quando ho un attimo di tempo do ripetizioni di inglese: perché mi rilassa; perché guadagno quasi il doppio per ora che lavorando al ristorante o in azienda; perché quei soldi mi aiuteranno ad arrivare a fine mese, a mettere qualche euro da parte; perché i soldi mi rendono schiava del lavoro e sono il poco appagante prezzo per il tempo che non ho.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×