scrivi

Una storia di Intertwine

2

Community e narrazione: perché raccontiamo le nostre storie?

Pubblicato il 21 settembre 2016

Oggi spesso si parla di un passaggio alla realtà virtuale, contrapponendola alla vita quotidiana, come se i fondamenti che regolano “le due realtà” fossero diversi.

Se quest’apertura alla virtualità indubbiamente c’è stata, legata in gran parte a nuove forme di conoscenza e di comunicazione, è giusto riflettere sul fatto che non sono cambiati il senso e le motivazioni del comunicare.

Comunicare infatti è una sfida in cui siamo tutti implicati,

è il gioco di entrare in contatto con gli altri.

Da sempre l’uomo ha costruito il rapporto con i propri simili e dato senso al mondo, attraverso il dialogo e la narrazione. Oggi, con lo sviluppo delle nuove tecnologie e delle nuove forme di comunicazione, si aprono nuovi scenari e possibilità: Internet infatti permette un dialogo su scala planetaria che altera il rapporto comunicazione/comunità in quanto per la comunità viene meno quel radicamento al territorio, che spesso dava identità a un gruppo.

Nascono così le community: comunità di altro tipo composte da persone diverse per età, sesso, caratteristiche professionali, ma che condividono le stesse passioni e gli stessi hobby.

In questo nuovo tipo di comunità non c’è fine utilitaristico, ma solo il piacere di scambiare pensieri ed emozioni.

Intertwine, ad esempio, è un luogo in cui ognuno sa di poter trovare altre persone che condividono la passione per le storie, quelle scritte, ma anche quelle raccontate attraverso immagini o video. È un piccolo grande mondo in cui ognuno può esaltare la propria creatività, creando storie nel modo più disparato.

Ma c’è una “necessità del raccontare” che va oltre la passione, oggi infatti tutto si comunica attraverso le storie: ogni aspetto della realtà deve essere narrato.

Si racconta per posizionare un prodotto, per dare significato commerciale a una marca, per creare e collocare l’identità di un politico in campagna elettorale. Si racconta una riforma importante (pensate ad esempio allo storytelling di Renzi sulla Riforma Costituzionale), e si racconta di se stessi per fare “personal branding”.

Si può dire che è in atto una vera e propria “guerra tra storie” e dunque saperle (e sapersi) raccontare è fondamentale.

Tutti abbiamo almeno una storia da raccontare.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×