scrivi

Una storia di LuigiMaiello

6

L'aperitivo del 24: tutti gli inviti che riceverai.

Descrizione semi-realistica del giro di aperitivi che ognuno di noi dovrebbe fare alla vigilia di Natale.

Pubblicato il 21 dicembre 2015

Ci sono scene e situazioni che si ripetono uguali ogni anno e il giorno della vigilia di Natale rientra a pieno titolo tra queste.

Non parlo solo del cenone in famiglia, ma anche di tutto ciò che lo precede.

La spesa di pesce fatta la sera prima con il giro dei pescivendoli che fanno la nottata, i regali comprati in extremis, ma anche tanto altro.

La mia "Vigilia tipo" da molti anni è più o meno questa.

Mi sveglio già un po' intontito perché se il 24 dicembre iniziano le vacanze natalizie (più o meno per tutti), dalla sera prima si può già fare tardi, quindi mi sembra giusto approfittarne da subito.

La prima cosa che faccio da sveglio è accendere il cellulare, anzi pensandoci bene questa è la seconda, la prima la lascio alla vostra immaginazione.

Tra Whatsapp, Facebook e Messanger mi ritrovo in una serie infinita di messaggi: un mix di inviti e minacce tutti caratterizzati dall'uso esorbitante di punti esclamativi, maiuscole ed emoticons che richiamano brindisi e bicchieri vari.

Caffè abbondante (come sempre), doccia e poi inizio a leggere la serie infinita di messaggi, che nel frattempo è cresciuta a dismisura e inizio già a pensare a come rispondere ad alcuni e a come evitarne altri.

Ci sono quelli classici, che ti fanno sentire anche un po' in colpa:

- "Durante l'anno non ci becchiamo mai, almeno oggi che è la vigilia di Natale organizziamo qualcosa insieme!"

- "Neanche gli auguri ci facciamo?!"

- "Ti sei fatto i soldi, ma almeno a Natale ci vediamo?!"

(dove stanno questi famosi soldi poi è sempre un mistero).

Poi c'è l'amico che ha già organizzato per intero la sua giornata e ti manda tutto il programma:

"Io alle 12,00 sto al bar al centro, che saluto i ragazzi della piazza. Alle 13,00 passo all'associazione, ma una cosa proprio al volo, sai io mi scoccio pure, ma pare brutto non passare proprio. Alle 14,00 sto dai parenti, magari ci esce pure na' cosa e' sold e poi... ecc.. Non lo so, ho la giornata pienissima, ma se vuoi un buco lo trovo. Ci vogliamo aggiornare dopo?"

A quel punto pensi: ma se già ti sei organizzato tutta la giornata, che me lo chiedi a fare?

Poi c'è quello che definisco un “invito problematico”, quello che ti mette un po' ansia già dall'inizio:

"Come stai? Non ti sento da tanto. Ce li scambiamo gli auguri oggi? Sai ti ho preso un regalino, una cosa proprio scema, giusto un pensiero."

Sarà anche un regalo di poco conto (detto anche "pensierino"), ma ora mi metti in condizione di dover scendere a comprarti qualcosa. Devo pensare ai tuoi gusti, a cosa ti piacerebbe e a quanto deve costare il regalo: se spendo troppo poco passo per tirchio, se spendo molto potrebbe passare per un regalo “impegnativo”.

Meno male che c’è l’alternativa: far finta di non aver mai letto il messaggio.

Il dubbio in questi casi è sempre amletico, ma si risolve sempre pensando alle prospettive future. Dico in generale del rapporto futuro con lei, non del post aperitivo.

Non siate maliziosi.

A un certo punto però già so quali sono i “contatti affidabili” e quali no.

Così inizio a scorrere e a leggere velocemente fino a quando i miei occhi si illuminano, e la mia pancia inizia a brontolare.

"Ho scoperto un bar che fa degli aperitivi troppo buoni, porta un sacco di roba da mangiare e si spende pure poco, a che ora ci vediamo?"

È il tuo compagno di avventure, che riguardo ad aperitivi, alcool e “rapporto qualità-prezzo” la pensa esattamente come te. Il suo messaggio sale subito in cima alla lista, perché è sempre quello più invitante, e sarà pure un caso, ma il giro di aperitivi inizia sempre dal suo invito.

E voi avete altri inviti da proporre?

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×