scrivi

Una storia di thirdmoon

La peggio gioventù

Rabbia ai tempi dell'auto-tune

127 visualizzazioni

Pubblicato il 21 maggio 2018 in Tecnologia e Innovazione

Tags: autotune facebook giovent instagram privacy

0

Consumiamo pasti in pausa pranzo come carcerati durante l'ora d'aria. Andiamo a far la spesa e sorridiamo, convinti che la libertà sia poter scegliere tra un detersivo liquido e uno in polvere.

Postiamo tutto quello che ci passa per la testa sui nostri smartphone. Magari scriviamo puttanate pseudo rivoluzionare contro lo "Stato/Grande Fratello", ma ci dimentichiamo di disattivare la geo localizzazione.

Ci lamentiamo della mancanza di privacy, mentre guardiamo l'ultimo accesso su whatsapp della ragazza che stiamo cercando di rimorchiare.

Tiriamo fuori le palle solo dietro uno schermo e diventiamo minuscoli davanti ad un sorriso.

Deridiamo il politico di turno su Twitter senza sapere quali leggi sta varando il Parlamento.

Le nostre storie sono diventate quelle che postiamo ogni ora su instagram, e non quelle che conserviamo avidamente nella memoria con la speranza di poterle raccontare un giorno ai nostri figli.

Le canzoni solo soltanto slogan, campagne di marketing ben confezionate, che cantiamo a squarciagola nei palazzetti sold out. La rabbia è morta con l'auto-tune.

Siamo una generazione distratta e disadattata, talmente gonfia di libertà da aver deciso di ridursi in schiavitù con le sue stesse mani.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×