scrivi

Una storia di DanieleF

logo sfide intertwine

Questa storia partecipa al contest
Essenziale 2049

0

L'essenziale nel 2049: i sentimenti

La speranza di trovare un mondo più tecnologico dominato dalle emozioni

Pubblicato il 02 novembre 2017

Un giorno, passeggiando in un boschetto insieme alla mia sorellina, intravidi da lontano una volpe, catturai subito l’attenzione di mia sorella che, quando la vide, iniziò a chiamarla. La volpe si girò verso di noi e, invece di fuggire, decise di venirci incontro.

Si avvicinò e si fece accarezzare, poi sorprese entrambi: “Ciao bella bambina, come ti chiami?”

Dallo spavento feci un passo indietro trascinando anche mia sorella, la quale però non sembrava stupita dal fatto che la volpe parlasse, anzi, rispose: “Sabrina”

Mi riavvicinai e chiesi: “Ma tu sai parlare?”

“Sì, può sembrare strano ma è così” – mi rispose.

“Avevo proprio voglia di parlare con qualcuno, ho un dubbio da porti”

Mi insospettii mentre mia sorella era impassibile, come se tutto ciò per lei fosse normale.

“Dimmi” – replicai.

“Ecco mi chiedevo, secondo te, da cosa potrebbe essere raffigurato l’essenziale in un futuro prossimo, tipo il 2049?

Intervenne Sabrina dicendo: “Cosa significa ‘essenziale’?”

Io e la volpe ci guardammo; poi quest’ultima presa la parola e disse: “Cara Sabrina, quanti anni hai?”

“7” – rispose.

“Forse sei ancora un po’ troppo piccola per capire una parola del genere, ma cercherò di spiegartela. ‘Essenziale’ è una parola grossa che ha molti significati ma per fartela capire in modo semplice ti posso dire che ‘essenziale’ significa qualcosa di molto importante”

“Allora la mamma è essenziale!” – esclamò Sabrina in modo spontaneo ed ingenuo.

“Certo anche la mamma è essenziale” – replicò la volpe sorridendo.

Io, nel frattempo, pensai alla mia risposta e dissi alla volpe: “Ti chiedi da cosa potrebbe essere rappresentato l’essenziale nel 2049 quando, in realtà, la società non sanno nemmeno oggi da cosa esso sia rappresentato. Hai detto che è una parola grossa ma io penso che oggigiorno sembra essere minuscola e, forse, in alcuni casi inutile”.

“Perché inutile?” – mi chiese la volpe.

“Perché viene completamente trascurato e abbandonato.” – gli risposi.

Continuai dicendo: “L’essenziale per me, oggi, nel 2017, è raffigurato dai sentimenti sebbene questi stiano pian piano scomparendo dietro alla tecnologia, all’innovazione, alla modernizzazione. Forse, secondo me, nel 2049, l’essenziale sarà raffigurato sempre dai sentimenti, ma questa volta non cadranno sempre di più nell’oblio, anzi, primeggeranno su una tecnologia che chissà cosa ci porterà a fare, forse viaggi turistici su Marte, magari teletrasporti da una parte all’altra del mondo oppure ci si inventerà una tuta che sia in grado di farci volare; certo, la mia sembra fantascienza ma il primato dei sentimenti lo vedo più come una sorte di sfida!”

La volpe entusiasta mi chiese: “Ci credi davvero?”

“Eh già! Credo che nel 2049 tutti attenderanno di più il “Ti voglio bene” di un familiare o di un amico oppure il “Ti amo” della persona amata piuttosto che l’uscita dell’ultimo smartphone; preferiranno mostrare la propria felicità, o tristezza, o rabbia, per qualcosa o qualcuno, faccia a faccia con le persone e non dietro ad una chat dove le emozioni sono totalmente annullate”.

La volpe quasi commossa mi disse: “Era questa la risposta che aspettavo da tempo, finalmente ho trovato qualcuno che crede ancora nei veri valori della vita”.

Si avvicinò a mia sorella e guardandola negli occhi le disse di ricordare queste parole: “Non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi!”.

Sabrina, non capendo cosa avesse detto, si limitò ad annuire.

Poi aggiunse rivoltandosi verso di me: “Non resta altro che aspettare il 2049, non resta altro che sperare che la società cambi e si renda conto di come i sentimenti siano molto più importanti rispetto ai beni materiali”.

Detto ciò la piccola volpe ci salutò, voltò le spalle e scomparve tra gli alberi del bosco.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×