scrivi

Una storia di Skull

3

Zapordius e il sudore

L'estate e i suoi disagi

Pubblicato il 12 luglio 2017

Zapordius è un uomo e in quanto tale, quando fa un caldo della miseria... suda.

Dinanzi a questo fastidioso disagio ci sono poche cose da poter fare.

Non potendo modificare la propria genetica e opponendosi a qualsiasi cura medica, chirurgica o metafisica, il nostro "eroe" ha deciso di sconfiggere la propria sofferenza partendo alla ricerca dell'uomo più sudato del mondo. Un modo assolutamente privo di logica di affrontare un disagio personale... ma ognuno è libero di reagire agli ostacoli della vita come meglio preferisce.

Ed è così che Zapordius, giorno dopo giorno, viaggia per strade, monti, spiagge e quant'altro, inoltrandosi nella marea di esseri umani alla disperata ricerca dell'eletto.

Per sua fortuna, in un'afosa giornata estiva, Zapordius riesce a localizzare un grosso individuo adiposo con indosso un costume blu scuro e una camicia bianca impregnata di sudore fetido.

Estasiato da quella disgustosa visione, il nostro strambo protagonista si avvicina alla preda, resistendo al tanfo disumano e riuscendo a puntare l'indice destro contro gli enormi aloni ascellari dell'energumeno.

- Signore, lei è in assoluto l'uomo più sudato al mondo! - esclama Zapordius trattenendo un conato di vomito.

- Uh? - lo sconosciuto reagisce con un mugolio vago, rifilandogli un'occhiata perplessa.

- Buonasera, lasci che mi presenti: mi chiamo Zapordius e sono... o meglio, ero, alla ricerca dell'uomo più sudato del mondo!

- Eh?

- Posso stringerle la mano? - senza attendere alcun tipo di assenso, Zapordius afferra la grande mano dell'uomo, stringendola delicatamente. - Oh, oh! Noto che è bella sudata... ottimo!

- Uh...

- Mi scusi se mi permetto, ma ho notato che comunica unicamente con mugolii di vario genere. Che per caso ha anche la bocca ricolma di sudore? - Zapordius soffoca una leggera risatina. Una risatina che ben presto gli muore in gola.

Sì, perché l'enorme e sudatissimo individuo utilizza una delle mani bagnate per assestare un poderoso schiaffo sul volto del povero e invadente Zapordius che stramazza al suolo privo di sensi.

Al suo risveglio, Zapordius non può fare a meno che ponderare su quanto il sudore sia un disagio assai minore rispetto al volto dolorante e marchiato da una cinquina non indifferente.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×