scrivi

Una storia di FlayLili

Questa storia è presente nel magazine Box

Voce te paese

perchè i piccoli centri non devono morire, non vogliono morire...

Pubblicato il 16 dicembre 2017 in Poesia

0

Quante facci so’ passate pe’ ste vie

ricordi cari che sempe torneno.

Là ci stea chi vennea gli giornali

gl’amici tenea ‘ncompagnia.

A Natale se facea la gara de gli presepi

e ognuno glio olea fa’ speciale.

Glio primo te maggio se preparava “Tonino”

‘no panino ciù ruosso de glio sud Pontino.

Accà ci stea ‘no maestro bravo assai

ca puro co’ le prieti facea poesie.

E le parole soe stanno scolpite

a parlà de ‘sto posto e de la vita.

E chi se po’ scordà de ‘no pittore

buono sapea ammescà gli culuri,

de vichi e vicariegli ha fatto quatri

ca pe’ tento le casi stanno appisi.

E chi, sto paisieglio ha tanto amato

c’ ha musicato l’inno de gli Santi

e pe’ le vie ha portato ‘no carnevale

ca’ non s’è ne fatto nato uguale.

Accà ci stea ‘no maestro bravo assai

ca puro co’ le prieti facea poesie.

E le parole soe stanno scolpite

a parlà de ‘sto posto e de la vita.

E chi se po’ scordà de ‘no pittore

buono sapea ammescà gli culuri,

de vichi e vicariegli ha fatto quatri

ca pe’ tento le casi stanno appisi.

E chi, sto paisieglio ha tanto amato

c’ ha musicato l’inno de gli Santi

e pe’ le vie ha portato ‘no carnevale

ca’ non s’è ne fatto nato uguale.

Artisti ci so’ stati e ce ne stanno

che danno lustro a ‘sto paese antico.

Ruosso è glio core paesano,

ca fa’ vivo ogni vicarieglio.

Gli pensionati a la seggia stanno

e sempe conteno de fatti e malatie.

A glio barro se sta senza fa’ niente

sulo pe’ l’arte de sta’ nzema alla gente.

No’ manca chi ne spara pallonate

che’oleno pe’ l’aria senza freno

e accossì ci scappa ‘na risata.

Ci sta la fermacia che è ‘mportante

ca accà de vecciariegli ne so’ tanti.

E la festa de gli Santi che folla se vede

la gente è tanta ca ‘n se po’ cammina’.

Ci sta puro chi dice, accà nci sta niente

ma damocella ‘na oci a ‘sto paese

è sulitario è vero, ma de ‘oci ne te’ tante.

Chi canta, chi sona, chi fa fotocrafie

chi sto paese pare che glio vo’ cagna’

chi ‘ncoppa ‘no palco pare ca c’è nato

e cose antiche e nove vo’ fa ricordà.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×