scrivi

Una storia di Jelena

Questa storia è presente nel magazine Pillole del giorno prima

Niente come noi

155 visualizzazioni

Pubblicato il 26 gennaio 2018 in Storie d’amore

Tags: amore scrivere ricordi

0

Niente, come noi, come quello che non siamo mai stati e mai saremo.

Nascosta dietro alla mia patetica barriera ho giustificato ogni tua assenza, ogni messaggio mancato, ogni risposta attesa per ore e ripagata dal suono del telefono e da quello dei battiti del mio cuore. Ho preferito non fare domande che avrebbero ricevuto scomode risposte e ho continuato quel nostro crudele gioco in cui io ti rincorrevo e tu ti limitavi a schivarmi.

Niente, come il peso delle parole che hai detto e a cui ho creduto ogni volta, niente come i tuoi sentimenti per me, mentre i miei crescevano un battito di ciglia dopo l'altro i tuoi si affievolivano ad ogni bacio regalato.

Volevo tenerti con me, non importava come, né a che prezzo, ché tanto a mettermi da parte sono brava ma a mettere da parte gli altri non ne sono mai stata capace. Ho immaginato momenti insieme, conversazioni piu' o meno divertenti, luoghi da visitare insieme, il calore della tua pelle in una triste domenica. Ho scandito il tuo bellissimo nome, assaporandolo lettera dopo lettera, l'ho fatto mio in ogni notte in cui chissà per quale motivo restavo sveglia non potendo fare a meno di pensarti.

Non sei tu quello che incontrandoti casualmente in una città tanto grande quanto maledetta rimane interdetto ed incapace di formulare una frase di senso compiuto, non sei tu quello che ti aspetta trepidante nelle sere in cui mi concedi il tuo tempo ed io ti concedo il mio corpo. Come se non avessi altro da donarti.

E invece io sono di piu', l'ho capito ieri sera quando ho deciso di non scriverti, di non sapere dove fossi, di non dirti che mi manchi, di non dirti che ti avrei aperto il mio cuore se solo me l'avessi permesso. Mi piaci così tanto che non riesco a ricordare su cosa si posassero i miei sguardi prima di incontrarti, mi piaci così tanto che tutto il resto mi sembra niente.

Niente come me e te, come quello che abbiamo costruito, come quello che saremo, come quello che hai capito di me.

E mentre aspetto che sia tu a cercarmi, mentre aspetto che succeda chissà che, succede solo chissà niente.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×