scrivi

Una storia di AlessiaScipioni

Questa storia è presente nel magazine Il Codice Fibra

C'è che la noia ha i suoi segreti come i boschi di Twin Peak

Stanco del mio tutto - Fabri Fibra

Pubblicato il 25 gennaio 2018 in Giornalismo

0

Stanco del mio tutto è una traccia che ho consumato letteralmente quando uscì in quegli anni 90, mi incastravo con la mia vita in quei versi come se avessi trovato qualcuno che sapesse descrivere le viscere del mio animo. Quella canzone di Fil, allora era ancora Fil e non Fibra, mi ha scandito, passo dopo passo, un'intera adolescenza e tutto ciò che essa racchiudeva in quel momento.

"C'è che la noia ha i suoi segreti come i boschi di Twin Peaks"

Dice a un certo punto e lì, in quel momento, realizzi in pieno il dualismo della vita e di ogni azione, scelta, decisione che prendi, con tutto ciò che ne può conseguire o meno, Non è una semplice frase: è un mondo circoscritto in 14 parole, solo 14 parole che ti proiettano in una realtà allucinante, ricca di trame e sottotrame, intrighi e intrecci, è la vita e le sue innumerevoli sfumature. E' il bianco e il nero, la luce e l'oscuro, il noto e l'ignoto. Per dire tutto questo gli bastano solo 14 parole.

Twin Peaks, la tranquilla cittadina americana protagonista della serie più in voga in quegli anni 90, che viene scossa dal ritrovamento del cadavere di Laura Palmer. Una cittadina immersa nelle montagne, circondata dalla tranquilla natura e immersa in un bosco, vicino a un lago, dove poi viene ritrovato il cadavere di Laura Palmer. Noi italiani diremmo "un tranquillo paesino di montagna". Come è morta Laura Palmer e perchè? E' un mistero che avvolge tutta la trama principale della serie "I segreti di Twin Peaks". A input iniziale pensi che i segreti di Twin Peaks riguardano il mistero della morte di Laura, ma nel corso della serie ti rendi conto che i "segreti" erano altri. Quella tranquilla cittadina è tutto, tranne che tranquilla, ha i suoi misteri che si svelano in sottotrame spettacolari, a tratti surreali, a tratti grotteschi, un po' noir, un po' horror e mentre scopri che la cittadina è "apparentemente" tranquilla ed è avvolta da misteri che evidenziano lati oscuri, sia nel vivere la cittadina, che nei suoi abitanti, ti rimane sempre in mente il mistero principale: come è morta Laura Palmer? Mistero. Cosa evidenziava un progetto come Twin Peaks? Che anche la più tranquilla cittadina, a tratti anche monotona perchè è immersa nei boschi, quindi non è la grande mela con locali, feste, discoteche ecc, ha i suoi lati oscuri, ha il rovescio della medaglia, è avvolta e intrinseca di bene e male, allo stesso tempo e che gli abitanti possono celare, dietro a un'apparente normalità, qualcosa di grottesco e malefico. Se ci pensiamo bene, ogni città, grande o piccola, ha questa caratteristica, come ogni scelta, che possiamo fare o meno, la possiede, specie se tale scelta è dettata dalla noia, come dice Fabri.

Cosa fai per scappare dalla noia? Decidi di fare qualcosa che spezzi quella monotonia opprimente. Spesso, però, finisci per fare qualcosa di esagerato, perchè ti sei talmente rotto le palle in quello status, che uscirne semplicemente non ti basta più, vai oltre, cerchi qualcosa di veramente forte, che inneschi una certa dose di adrenalina nelle vene. Quindi la noia può dar vita a un'azione che la faccia cessare, questa azione può essere positiva o meno, dipende da quello che decidi. Esempi:

- decidi di leggere un libro: è una scelta positiva e che non porta con sè nessun rischio, quindi sei nella tranquilla cittadina immersa nei boschi di Twin Peaks;

- decidi di uscire per incontrare gli amici: scelta positiva, ma anche no, dipende da quali amici incontri e cosa decidi di fare con loro, sei già fuori dalla tranquilla cittadina di Twin Peaks e cammini sul filo del rasoio tra il bene e il male, inizi a serpeggiare tra l'oscuro mondo e la luce. Mi spiego meglio. Se esci, incontri gli amici, parlate, andate a ballare soltanto, per esempio, non c'è nulla di male in tutto questo, quindi sei nella parte della medaglia più sicura; se, però, durante la serata in discoteca con gli amici, ti prendi una pasticca di exstasy, ti ingozzi di alcool e poi ti metti alla guida di una macchina, beh non sei più sul lato sicuro della medaglia, addio tranquilla cittadina, sei nei boschi e nel lato oscuro che nasconde la città e il fuggire dalla noia; perchè, che vi piaccia o meno, queste stronzate si fanno perchè la vita la vedi come una noia continua, tralasciando tutti i vari motivi per cui la vedi in questo modo, che possono essere tanti e il discorso diventa lungo assai, ma se fai cazzate di questo stampo stai cercando la chiave adrenalinica, che ti dà la scossa per uscire da uno stato monotono di noia opprimente, o stai scappando da uno stato di profondo malessere.

Quindi la noia è proprio come la descrive Fabri, ha i suoi segreti come i boschi di Twin Peaks, ha i suoi misteri, ha le sue vie sicure e insicure, ti dà la possibilità di creare qualcosa di creativo, ma può diventare talmente opprimente da importi, poi, scelte sbagliate, solo perchè hai voglia di sentirti vivo, attivo...nel farlo, però, dovresti pensare un attimo alle conseguenze. Ok bevi, ti droghi, vuoi sentirti su di giri, ti sei rotto le palle, ma attento, ci sono i segreti di Twin Peaks che ti aspettano...sali in macchina dieci volte e torni sano a casa, ma basta una volta, una sola e fai la fine di Laura Palmer.

Questo dice Fibra in quella semplice frase di 14 parole soltanto. Un mondo, una vita, il suo dualismo, il rovescio della medaglia...

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.<br>Iscriviti, è gratis.

Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.
Iscriviti, è gratis.

Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.
Iscriviti, è gratis.

No, grazie
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×