Arrivano i magazines, clicca quì per scoprire di più!
scrivi

Una storia di Nightafter

0

Ritratto di lei

Plenilunio d'agosto

Pubblicato il 12 dicembre 2017 in Altro

II tessuti velati e leggeri.

Le garze e le sete volatili e fresche dai colori di pastello.

Gusto prezioso e soave, fantasie di fiori tropicali

che vaporosi avvolgono il tuo corpo minuto,

dalla pelle ambrata e luminosa.

Paiono carezze lievi, nel calore di una estate mediterranea.

Le tue labbra vermiglie e generose,

disegnate imbronciate dalla mano di artista rinascimentale.

Nei contorni netti di matita sanguigna, divengono distrazione della mente,

che altrimenti cadrebbe nella vertigine del tuo sguardo,

di miele dolce, scuro e denso.

Di tramonto che va’ incontro alla notte,

sul limite del deserto.

ll tuo ovale delicato di bisquit,

incorniciano in un aura corvina di capelli,

mossi da un vento di scirocco.

Rigogli inanellati, liberi e fitti come macchia di sottobosco,

che avvinta caparbia alla roccia arsa di sole,

cresce a picco sul mare.

Dal tuo viso traspare una magia interiore,

improvvisa e lieve come un battito d’ali.

E’ la tua natura di farfalla che prende anima.

Il tempo stesso pare trattenere il respiro,

arrestarsi, per godere quell’attimo di rivelazione.

Ti muovi con gesti morbidi di un’eleganza antica,

e porti alla mente la visione di un luogo sognato.

Ai tuoi piedi, cavigliere d’argento, tintinnano lievi al tuo passo.

Qui danzi, suadenti melodie e ritmi arabi, al suono di cembali e quanun.

Intorno a te si spandono sensuali, come desideri confessati,

profumi di incensi, patchouli e gelsomino

che inebriano la mente e infiammano i sensi.

Amarlo quel tuo corpo di fiore vermiglio, pulsante di vita.

Sfiorarlo con labbra assetate, con lentezza di febbre,

cercarne il sapore salmastro, rivelarne la delizia del gusto,

in ogni piega più nascosta e segreta.

Cibare gli occhi al chiarore luminoso della tua pelle,

nutrirsi dei capezzoli bruni alla sommità dei tuoi seni.

Seguire i riflessi dorati sulle dune del tuo corpo,

che nella penombra complice della stanza

riverberano la lucentezza di un plenilunio d’agosto.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×