scrivi

Una storia di Ungrandebluff

Avere il tempo per osservare

Perché non sono mai cresciuta

90 visualizzazioni

Pubblicato il 28 agosto 2018 in Altro

0

Quando da ragazzina stavo sul divano aspettando che passasse il tempo in realtà mettevo a posto, secondo un sistema di ontologie che Dio solo lo sa, tutte le cose successe da poco.

Comunque ( aridaje..)

Il divano ne sembrava contento, i miei pure ( non rompevo e non facevo capricci ) il mondo esterno non mi conosceva e se ne sbatteva...na pace!

Apparentemente... apparentemente tante cose: brava bambina, timida introversa ma brava eh

Il cervello, costruiva, fantasticava, creava, dopo avere osservato tutto il possibile.

A tutt'oggi la curiosità nell'osservazione, l' animaccia sua, mi incatena: mi fa uscire la notte, mi fa scendere una fermata metro dopo per concludere una storia umana, mi fa passare da scema fissa a guardare un rampicante che sale su un albero, un gatto nuovo nella mia strada, la vicina inaspettatamente cordiale, i tifosi nei pub, i vecchietti d'estate....

E mi sento peggio di Clarisse in Fahrenheit 451.... spero di non fare la sua fine, mbe l'adolescenza l'ho superata da un pezzo ma non cresco.

E mi nascondo quando qualcuno cerca di vedere questo

Il tempo dell'età adulta pieno di inutili impegni, m'ha sempre osteggiata, come papà.

Ma nel mio modo obliquo di stare al mondo ho dribblato tante noie della vita adulta, mantenendo dentro sorridente e pensierosa una bambina che non crescerà.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×