scrivi

Una storia di Intertwine

Giornata proGrammatica 2015: l'italiano delle canzoni.

Il, lo, la. I, gli, le. Un articolo per la lingua italiana.

1.8K visualizzazioni

Pubblicato il 21 ottobre 2015 in Tutorial e How to

Tags: grammatica intertwine italiano linguaitaliana scuola

0

Oggi 21 ottobre giunge alla terza edizione la giornata Pro Grammatica: l'evento volto a sensibilizzare e ad appassionare i ragazzi all'uso corretto dell'italiano, attraverso una chiave di lettura ogni anno nuova.

Quest’anno l’argomento è l'italiano delle canzoni.

L’evento è organizzato da Rai Radio3 - La Lingua Batte con il MIUR (Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca) e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con Accademia della Crusca e Asli - Associazione per la Storia della Lingua Italiana.

Sensibilizzare sull’uso corretto della lingua è necessario in quest’epoca in cui, ad esempio, si usa sempre più spesso “kk” invece che “cch”, si scrivono tante parole sbagliate, oppure non si esprime a pieno ciò che era nelle intenzioni, anche a causa dello T9 del cellulare, che se ne va spesso per conto suo.

Sensibilizzare e appassionare i ragazzi all’uso corretto dell’italiano, attraverso argomenti che possano interessare.

E' questo l’obiettivo di questa giornata. Nella prima edizione era stata usata la chiave della grammatica, nella seconda la punteggiatura e questa volta, un argomento senz’altro più divertente: l’italiano delle canzoni.

"L' italiano della musica, la musica dell'italiano”.

Perché non utilizzare quest’argomento anche per lanciare nuove storie sulla nostra Community?

E se, come diceva Giacomo Leopardi ne “Lo Zibaldone”:

“Le lingue sono sempre il termometro de’ costumi, delle opinioni…

delle nazioni e de’ tempi, e seguono per natura l'andamento di questi”

perché non riflettere sull’uso della lingua italiana e su come si è evoluta?

Ci sono tanti nuovi termini che sono entrati nell’uso comune e anche nello Zanichelli 2015. E’ entrato il termine “selfie”, che i più nostalgici chiamano ancora “autoscatto”, oppure “svapare”, che compare nello Zanichelli 2015 con il significato di: aspirare il vapore della sigaretta elettronica. O ancora compaiono termini come “video reporter”, “lo “scouting” (andare alla ricerca di…) e il “wedding planner” (l’organizzatore dei matrimoni), che a dire il vero, non sono attività del tutto nuove, anzi.

La lingua italiana è una delle più belle, ma anche una delle più complesse.

Oggi si celebra il #Backtothefutureday, una sorta di ritorno al presente dopo essere stati nel futuro.

Dal latino a Dante, fino all'uso sempre più comune di termini inglesi, come immaginate che la lingua italiana tra qualche anno?

Iscrivetevi e Raccontatelo su Intertwine!

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×