scrivi

Una storia di Tyr93

3

#ScritturaCreativa

Premessa e 1° Esercizio

Pubblicato il 31 luglio 2016

Premessa

Mi è capitato spesso di sentirmi dire "io vorrei scrivere, ma non so cosa scrivere. Tu sai scrivere, mi aiuti?!". Tutto ciò mi ha sempre fatto alquanto tenerezza: non potrei mai spiegare a qualcuno cosa scrivere (nessuno potrebbe farlo), al massimo si potrebbe dare consigli su "come" scrivere; ma nutro delle perplessità anche su questo punto...

Mi sono sempre chiesto quale fosse il sistema per scrivere meglio e avere sempre un'idea brillante in testa: l'unica medicina è scrivere!

Ma capitano momenti in cui proprio non ti senti in forma, ed è proprio lì che bisogna insistere: nel periodo di buio accendere la luce.

Ho parlato quasi sempre di me stesso nei miei scritti, poi ho voluto fare una sfida, reinventarmi tutto daccapo, Provare con un romanzo, sì, sto provando a scrivere un romanzo, una storia con trama completamente da inventare. Ho deciso di andare in palestra, per riuscire a completare la mia impresa nel migliore dei modi; la palestra dello scrittore Questo testo (primo di tre volumi) offre esercizi pratici e bizzarri di scrittura, di cui mi sto servendo per allenarmi.

Confesso di esser stato scettico e restio ai corsi di scrittura creativa, ma nulla mi vieta di "conoscere il materiale utilizzato da un possibile nemico", specialmente nel confort di casa mia.

Ecco cosa pensa uno dei miei guru rispetto ai corsi di scrittura creativa, Serafino Massoni:

Ho provato, a tempo perso, a fare il primo di questi esercizi e devo dire che l'ho trovato molto stimolante, anche se, appoggio in parte il pensiero del buon Serafino, per il quale ho tanta stima.

1° Esercizio

La consegna è la seguente:

Ispirandosi al racconto "Una Pallottola nel Cervello" di Tobias Wolff l'autore deve riproporre, con una scena finale inventata, la stessa enfasi con cambi di movimento narrativo e cambi di prospettiva, il tutto in un massimo di 30 righe da 60 battute circa. Io ci ho provato, di seguito il mio tentativo.

Titolo: Sta' calmo

<<Dovremmo chiamare l’educatrice.>>

Suggerì Mario.

<<Non possiamo farlo, sei matto? Vuoi farci

mettere in punizione tutti?>> Disse Luca

terrorizzandosi all’idea.

<<Luca ha ragione, dobbiamo risolvere

questa situazione da soli. Se l’educatrice

dovesse scoprire cos’è successo a Mao, non

solo ci metterebbe in punizione, ma ci

impedirebbe anche di giocare con lui finché

non avremo compiuto diciotto anni.>>

Constatò Fabio. I tre abbassarono la testa

amareggiati.

<<Mario, è stata tutta colpa tua.>> Disse

Luca, guardando l’altro con disprezzo, <<non

avresti dovuto scappare con Mao nello

zaino.>> Infierì.

Il viso di Mario si incupì ancor di più.

<<Lascialo stare! Non vedi che è triste,

poverino?>> Intervenne Fabio.

<<Ma è lui che ha sbagliato!>> Insistette

Luca con un sorriso malefico.

<<Adesso basta!>> Gridò Mario, scagliandosi

contro Luca. I due precipitarono in un fosso,

l’uno sopra l’altro; doloranti e malconci non

persero occasione per picchiarsi, sembrava

una lotta innocua, una di quelle tra ragazzini,

che si risolvono con una stretta di mano,

invece Mario sferrò un pugno chiuso, Luca si

spaventò e tra le urla di dolore e l’epistassi

riuscì a gridare: <<sta’ calmo!>>

Fabio, che impietrito osservava la scena, alle

parole dell’amico ebbe un ritorno al passato.

Due semplici parole lo riportarono a casa,

dalla sua famiglia. Dal padre ubriaco che

picchiava la madre e a quell’assistente

sociale che lo portò via, strappandolo da loro.

<<Signora, dobbiamo portare via suo

figlio.>> Queste furono le uniche parole che

disse l’assistente sociale. Poi solo i pianti, le

lacrime, le mani sfiorate alla madre e la

promessa di Fabio: <<Mamma, fammi stare

con te, farò il bravo!>>

La risposta che ricevette dalla madre in

lacrime fu: <<sta’ calmo.>>

Cosa ne pensate? Vi è piaciuto? E che idea vi siete fatti dei corsi di scrottura creativa?

Spero che questo esercizio possa esservi utile, datemi un feedback, potrei proporvene altri! Alla prossima! ;)

Ty

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×