scrivi

Una storia di Rudyfinno

I poteri dell’antica pietra di Luma.

i custidi di luma hanno fallito la loro missione mettendo a repentaglio   umanità.Ora Nessuno potrà più aiutarli, neanche Dio.

121 visualizzazioni

Pubblicato il 08 maggio 2018 in Avventura

0
.
.

Parte 1 su 2

Piccole Gocce di pioggia caddero fitte su la mia testa, Wendy fissò il celo stellato, che quella notte sembrava un quadro dipinto ad olio, poi si voltò verso di me, le sue labbra non emisero una sola gemito, ma dal suo sguardo si percepiva una forte paura di non farcela, di essere destinata a una morte atroce.

Anche lei come me aveva i polsi immobilizzati attraverso una corda che ci teneva incollati alla staccionata in legno, posta dietro le nostre schiene.

Nel terreno circostante una distesa di capanne a forma conica popolate da un piccolo gruppo di indiani davano vita a quel isola sperduta nel oceano; un piccolo focolare ardeva divampando nuvole di fumo nel cielo,

Il tempo stava passano, e con lui anche la nostra vita avrebbe incontrato molto presto la sorte che ci attendeva con le braccia conserte.

Poi uno ad uno i pellerossa iniziarono una danza intorno al fuoco accompagnata da ululati e grida di gioia per averci catturati;

Mi voltai verso Wendy mentre stava osservando inorridita il rituale propizia; dai suoi occhi cadde una lacrima che gli percorse tutto il volto dai lineamenti tirati;

Ancora una volta avevo capito che se non avessi fatto qualcosa per fuggire da questa tribù sanguinaria saremmo diventati cibo per i suoi denti.

Tutto ad un tratto la danza si arrestò, come se il tempo si fosse fermato, uno dei membri della tribù si avvicinò a me; nella mano destra stingeva un bastone di legno con la punte superiore ricurva verso il basso, lo allungo' per appoggiarmela sulla testa, poi iniziò a pronunciare parole indecifrabile guardandomi dritto negli occhi.

Il suo volto era ricoperto da cicatrici, sopra la testa portava una corona di piume.

A volte la vita ti mette a dura prova pensai mentre guardavo un aquila che volava nel celo sfiorando le cime degli alberi.

Il nostra arrivo a Dubai era previsto per le 16:00 di oggi pomeriggio, ma un guasto al motore del aereo ci fece dirottato qui, nel bel mezzo del oceano.

Wendy ed io eravamo rimasti illesi dopo il forte impatto con il suolo che ci fece perdere i sensi.

Al nostro risveglio ci trovammo immobilizzati qui difronte a questo focolare, che ora si stava lentamente consumando emanando i suoi ultimi respiri.

È una domanda iniziò a martellarmi nella mente come un martello pneumatico:

I passeggeri del nostro volo che partiva da Roma con destinazione Dubai dove erano finiti ?

E cosa voleva da noi questa tribù, aveva intenzioni di divorarci o ambivano a ben altro? Forse stavano solo proteggendo qualcosa di veramente top segret, o si stava prendendo gioco di noi.

Solo il tempo ci avrebbe risposto in maniera esaustiva, mentre stavo cercando una strategia per liberarmi da queste catene che mi tenevano incatenati hai confini del mondo.

Fine prima parte

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×