scrivi

Una storia di Tyr93

3

Life Is Strange II

FanFiction (Episodio 2 - La scacchiera della vita)

Pubblicato il 25 febbraio 2016

Max si sentiva come una pedina confinata in una scacchiera di soli re. Le vittime di Arcadia Bay furono vivide nella sua mente. Erano bisognose d’aiuto, l’incubo era talmente vivo che sembrava nutrirsi dell’ossigeno di Max.

Le mancava il respiro, l’immagine di Warren con la faccia lacerata le fece avere uno spasmo talmente forte da riportarla in uno stato di veglia. Si svegliò ansimante, ma l’urlo non riuscì a liberarsi, le si strozzò in gola.

Si voltò verso l’amica; era ancora lì; le bastò per chetarsi.

L’accarezzò leggermente, ma altrettanto leggero era il sonno di Chloe che si destò sorridendole.

Ora erano sole insieme, ma sembrava potesse andare bene così.

<<A volte, ho come l’impressione di non essere di questo mondo…>>

<<Fammi indovinare Max: forse il motivo è che fino a questa notte eravamo ricercate, tu avevi il potere di portare indietro il tempo ed ora la nostra città d’origine è stata spazzata via da un temporale?!>> Sorrise e continuò: <<non sono un’esperta in materia, ma credo sia normale sentirsi fuori luogo in queste situazioni…>> Max fece un breve cenno di complicità, ma la realtà le era troppo pesante, la teneva incollata al suolo. <<Non è solo questo, ho come l’impressione che qualcuno si diverta a giocare con le nostre vite… Come se non fossimo noi le padrone del nostro destino, nonostante io abbia il potere di riavvolgere il tempo…>>

<<Certo, la nostra vita, nell'ultima settimana, è stata piuttosto strana, ma tu stai riuscendo ancora una volta a spaventarmi.>>

Chloe guardò il cielo: stava per schiarirsi e presto la polizia le avrebbe trovate.

<<Max, dobbiamo muoverci, presto ci troveranno. Per ora ci nasconderemo a casa di mio cugino Jack, è a pochi isolati da qui.>>

Ma proprio mentre si accingevano a salire sul furgone, qualcuno le colpì ferocemente facendole svenire.

Max si risvegliò al centro di una scacchiera, seduta, con le mani legate ed intorpidite, e la bocca avvolta con del nastro isolante, per evitare che urlasse. Provò a divincolarsi, ma il tentativo fu inutile. Pensò di tirare indietro il tempo, ma le energie erano ancora troppo poche, e, onestamente, non aveva idea di che impatto avrebbe potuto avere sul suo fisico un altro azzardo di quel tipo.

Si guardò attorno nella speranza di vedere l’amica sana e salva, ancora una volta quel fottuto incubo stava per ripresentarsi: Chloe era sparita.

<<Buongiorno Max, ben risvegliata, o meglio, benvenuta nella tua prima fase di risveglio.>> La voce echeggiava nella stanza, gli altoparlanti erano posti sul soffitto, al centro vi era un volto in maschera.

<<Chi sei?!>> Urlò Max tra rabbia e dolore.

<<Mi chiamo V.>>

<<Che cosa vuoi da me?!>>

<<Wow! Ragazza, sei perspicace: vuoi andare subito al sodo eh?! Tuttavia ti devo fermare per spiegarti un po’ di cose… La realtà che sto per raccontarti non ti piacerà, ma ho bisogno che tu la capisca a fondo e che sia in grado di accettarla. Solo così potrai comprendere e completare la missione che ho designato per te.>>

<<Io non prendo ordini da nessuno e non faccio missioni per conto di nessuno. Dimmi piuttosto: dov’è la mia amica Chloe! Subito!>>

<<Accidenti! Che caratterino! Mi dispiace dolcezza, te lo dirò quando, e se, accetterai questa missione…>>

<<Sei un bastardo, dimmi almeno se sta bene.>>

<<”Se sta bene”, ora sei pronta ad iniziare?>>

Max si rese conto di non avere scelta, come se quel luogo potesse prevedere in anticipo ogni sua mossa.

<<Non ho altra scelta. Iniziamo!>>

V prese una sedia e si sedette di fronte a Max. <<Ricordati che la vita è come una scacchiera, ogni rivelazione ha il suo Yin e il suo Yang…>>

<<Forza Freud>>, lo prese in giro Max, <<Sputa il rospo, dimmi tutto.>>

V sogghignò. <<Cara Max, prima importante rivelazione: TU NON ESISTI.>>

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×