scrivi

Una storia di RosarioTomarchio

Cipria e caffè il nuovo film di Mario Coco

433 visualizzazioni

Pubblicato il 24 aprile 2018 in Recensioni

Tags: Cinema Film Premio

0

“Un ragazzino, amante della settima arte, ha l'occasione di conoscere il giovane regista Mario Nono, che si trova in Sicilia per le vacanze estive. Il cineasta lo sprona a ricoprire il ruolo di assistente volontario in un cortometraggio al quale sta lavorando.”

Cipria e caffè è un corto realizzato dal bravissimo e giovanissimo regista Mario Coco, realizzato per il suo battesimo di esordio al più importante concorso cinematografico il premio David di Donatello. E recentemente il corto è stato trasmesso in tv a seguito della messa in onda del suo film “Due di passaggio”

Lascio raccontare al protagonista e regista con una parte di intervista che recentemente mi ha rilasciato

Ritornando nei vestiti di regista e autore del corto, quali emozioni provato nel scrivere l’idee in un foglio bianco che poi ti hanno portato a realizzare il corto?

Mario Coco: Emozioni parecchie. La nascita su carta del cortometraggio ha una storia curiosa. Avevo una grande voglia di girare insieme a Domizia e a Martina, due persone che mi hanno migliorato e alle quali devo parecchio. Durante la lavorazione sono state entrambe meravigliose. Allo stesso tempo "Cipria e Caffè" doveva essere il lavoro che tracciava la fine del lungo sodalizio tra me e Sebastiano Marino. Dopo dieci anni di collaborazione lo abbiamo girato con una certa commozione. Il cortometraggio nasceva in realtà come un possibile monologo teatrale. Mi sono accorto, però, che cinematograficamente funzionava molto meglio. In più ho proposto al mio amico ed eccezionale musicista Attilio Pace di arricchirlo con la sua splendida colonna sonora e ne è uscito fuori un lavoro particolarmente carino, lontano dalle mie solite idee deliranti, ma intimista e sincero.

Mario Coco, quasi ventenne è autore, regista e attore di film e cortometraggi come Povera Italia, Due di passaggio e Cipria e Caffè. In oltre, recentemente è stato a Milano per dare il volto di un scolaretto compagno di classe di un intramontabile Alvaro Vitale.

Per la tv Mario Coco, sotto la guida di straordinari maestri come Nino Frassica esprime la sua geniale comicità. Ma Mario è a tutto campo è cavalca con successo il palcoscenico di teatri in giro per l’Italia e senza dimenticare la “zia” della tv la radio dove si sta facendo spazio con estrema naturalezza e facendosi amare e conoscere sempre più dei suo pubblico sempre in aumento

Rosario Tomarchio

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×