scrivi

Una storia di Gjoe_S

Il Cenone

Natale a casa mia

Pubblicato il 15 dicembre 2017 in Tutorial e How to

Tags: ricette prparazione feste cucina cenone

0

Il nostro cenone di Natale, targato Giovanna!

Tutte le ricette sono per 4 persone.

Cocktail di gamberi

400 gr. di gamberi medi sgusciati (freschi o di ottimo congelato)

1 lattuga (Insalata Iceberg)

2 Arance profumate

250 gr. circa di Maionese Kraft

80 gr. di Ketchup

A piacere: Pepe nero, un goccio di Brandy, un cucchiaio di caviale.

Scaldare i gamberi in vaporiera e sgusciarli, togliere il filetto nero; lasciarli raffreddare.

Pulire l’insalata; tenere 4 foglie belle, intere, e affettare il resto a julienne.

Preparare una salsa rosa mescolando: maionese e ketchup, aggiungere il succo di mezza arancia e, se piace, 2 cucchiai di Brandy.

Preparare 4 coppe da champagne o coppette di vetro, inserendo la foglia d’insalata come guarnizione. Approntare un letto di Iceberg affettata in ogni coppa, coprire con un cucchiaio di salsa. Versare tutti i gamberi nella restante salsa e mescolare con delicatezza.. Adagiare i gamberi nelle coppe.

Se piace: spolverare di pepe nero oppure di Caviale.

Guarnire con mezza fetta d’arancia o a piacere.

Linguine olive e capperi

Tempo di preparazione: 40 minuti

Facile

400 gr. di Linguine

1 spicchio d'aglio privato del picciolo

1/2 bicchiere d'olio d'oliva

1 Scatolo medio di pomodoro a pezzettoni,

- oppure, in alternativa, 400 gr. di pomodorini, spaccati in 2 (sbollentati e sbucciati, per chi non desidera la buccia)

NOTA: Il piatto cambia a seconda della scelta relativa al pomodore che usate

Una ventina di capperi sotto sale

Una ventina di olive nere di Gaeta accuratamente denocciolate (contate prima le olive e dopo contate gli ossi)

1 ciuffetto di prezzemolo

Pepe nero fresco macinato

Sale doppio

Mettete l'acqua per la pasta condita poco col sale doppio

Intanto preparate il sugo.

In una casseruola media mettete a soffriggere l'olio delicatamente, con i pezzi di spicchio d'aglio, aggiungete i capperi lavati dal sale in eccesso e un pizzico di pepe nero macinato.

A piacere, mezza acciuga salata, accuratamente lavata dal sale in eccesso.

Soffriggere per qualche minuto delicatamente, magari aiutandovi con una tazzina d'acqua.

Aggiungere i pomodori, un bicchiere d'acqua e lasciare cuocere a fuoco allegro.

Cuocete la pasta e colatela al dente.

Aggiungete in una zuppiera la pasta e metà del sugo, mischiate velocemente, spolverando con prezzemolo tritato.

Servire e condire ogni piatto con il sugo rimasto.

A piacere aggiungere pepe.

Baccalà fritto

800 gr. di baccalà già spugnato.

- farina

- pepe

- olio per friggere

Lavare il baccalà e ricavarne dei pezzi di 5 o 6 cm. l’uno. Passarlo subito nella farina, poi in un setaccio a rete per eliminare l’eccesso di farina.

Porre i pezzi nell’olio bollente e abbassare subito la fiamma per dare il tempo di cuocere bene. Portare il baccalà fino a doratura e poi porre su carta assorbente.

Spolverare di pepe e servire caldo.

Note: Difficilmente il baccalà è insipido, ma nel caso spolverare con un pizzico di sale fino.

Opzionale: secondo i gusti si può condire con succo di limone o aceto balsamico.

Insalata di rinforzo

1 cavolo bianco medio

500 gr. di papaccelle sott’aceto

200 gr. di papacelle forti

200 gr. di olive nere di Gaeta

200 gr. di olive bianche tonde di Spagna

10 acciughe dissalate sott’olio

1 barattolino di Giardiniera sott’aceto

30 gr. di capperi sott’aceto

Opzionale: insalata riccia (scarola)

Olio extravergine (2/3) misto ad olio di arachide (1/3)

Aceto di vino bianco

Prezzemolo

Mondare il cavolo e staccare i fiori dal torsolo centrale. Cuocere il cavolo a vapore molto “al dente”. A fine cottura estrarlo subito e mettere i pezzi a colare affinché si raffreddino presto. Dopo, mettere il cavolo in una terrina e condire con l’olio e un poco di aceto. Cospargere con prezzemolo tritato. Coprire e lasciare in frigo per una notte.

Pulire le papaccelle come si fa con i peperoni freschi, togliere il torsolo e tutti i semini; tagliare a listarelle non sottili. Lavare con acqua fresca e poi colare bene.

Lavare la Giardiniera e poi colare bene. Colare i capperi.

Mettere tutto in una terrina e condire con l’olio abbondante.

Aggiungere le olive e le acciughe. Mescolare bene, coprire e lasciare in frigo per una notte.

SEGRETO: Non mettete insieme da subito il cavolo con il resto degli ingredienti. La mattina della Vigilia levate l’insalata dal frigo ma lasciateci il cavolfiore.

In una zuppiera da portata mescolate l’insalata con una meta del cavolo a pezzi, lasciate insaporire fino alla sera.

Un giorno dopo, o due, potete aggiungere il cavolo restante per avere un insalata sempre fresca e fragrante.

A piacere, potete aggiungere la parte bianca di una scarola riccia per insalate.

E' Zeppulelle

450 gr. di farina 00

2 bicchieri (di carta) d'acqua

15 gr. di Lievito di birra

un pizzico di sale

Olio di arachide o di mais per friggere

Ripieno:

- una tazza da latte di ricotta mescolata con un pizzico di pepe

- acciughe dissalate e lavate (anche sott'olio) una decina di pezzetti

- qualche foglia di alga per cucinare spezzettata

Riscaldate leggermente l'acqua e scioglietevi il lievito completamente; aggiungete la farina setacciata mescolando con la frusta, aggiungete il sale.

Mescolate lentamente a lungo per ottenere un impasto cremoso e omogeneo.

Lasciatelo lievitare, coperto, fino a raddoppiare di volume.

Mettete a scaldare l'olio senza eccedere in un casseruola alta.Infarinatevi le mani e con un cucchiaio raccolgiete una bella pallina d'impasto, cercate di creare una pizzetta con le mani, inseritevi un po' di ripieno e chiudete accuratamente.

Friggete le zeppole a fuoco medio, fino a doratura. Poi posatele su carta assorbente.Per non essere bloccate in cucina potete prepararle qualche ora prima (non più di 2-3) e passarle nel forno poco prima di servire.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×