scrivi

Una storia di AlessiaScipioni

Questa storia è presente nel magazine Il Codice Fibra

Vorresti crescere, ma sei come un bonsai

E' una di quelle perle che riescono solo a Fibra

Pubblicato il 27 gennaio 2018 in Giornalismo

Tags: DiNoi Fibra rap TurbeGiovanili

0

Io lo so, che di input, state tutti dicendo: va beh è semplice, Fibra sta dicendo che vorresti crescere, ma rimani piccolo, o sei piccolo". Sicuri? Fa un paragone e lo fa in modo preciso, oserei dire, quasi in modo dissacrante. Parliamoci chiaro: Fibra poteva dire quella frase in mille modi se voleva sottolineare, semplicemente, il concetto del rimanere piccoli; poteva dire: vorresti crescere, ma rimani piccolo; oppure: vorresti crescere, ma sei immaturo; o ancora: vorresti crescere, ma rimani bambino; invece di fare una cosa così semplice e chiara, usa un termine, facendo un paragone, che si porta dietro tutto un discorso e un procedimento: usa la parola bonsai.

Lo dico da anni e lo ripeto adesso: per capire Sfiber, quando leggi i suoi testi, devi avere il vocabolario accanto, perchè spesso Fil usa termini che si portano dietro un mondo, come in questo caso. D'istinto sappiamo tutti cosa è un bonsai e, infatti, la prima lettura di quella rima ci sale lampante: sei piccolo. Se ci fermiamo a ragionare, però, ci dovremmo porre una domanda: perchè Fibra paragona un essere umano a una pianta così particolare? Perchè la pianta, in natura, è come un essere umano: nasce, cresce e muore. O ancora meglio, spesso associamo la vita di un essere umano a una pianta, quante volte avete sentito frasi del tipo: sei come un fiore, oppure, è cresciuto forte come una quercia; l'albero genealogico della mia famiglia ecc. Quindi il parogone ci sta in pieno, però, non usa un termine di comune utilizzo, usa bonsai.

Vocabolario alla mano, vi riporto la dicitura di bonsai: "Tecnica di coltivazione con cui, attraverso continue potature e altri accorgimenti, come la riduzione delle radici, alcune piante, specialmente ornamentali, vengono contenute in dimensioni di gran lunga inferiori a quelle che assumerebbero naturalmente. Con questa particolare tecnica di coltivazione si indirizza la pianta, durante il processo di crescita, ad assumere le forme e dimensioni volute, anche con l'utilizzo di fili metallici guida, pur rispettandone completamente l'equilibrio vegetativo e funzionale".

Amen fratelli! Mi viene da dire.

"Vorresti crescere, ma tramite continui segamenti di gambe e tappamenti di ali, per mantenere una certa apparenza, ti costringono a vivere in modo inferiore a come potresti e tramite questo procedimento ti costringono ad assumere un andamento di vita che non rispecchia la tua visione e ciò che vorresti, ma quello che vogliono loro. Vorresti crescere, ma sei come un bonsai!

GENIO! E' dir poco...Fibra non sta dicendo che "sei piccolo", ma che ti mantengono tale. Chi? Lo capisci seguendo il paragone uomo/albero. Le radici di un uomo quali sono? La famiglia; Dove cresce la pianta? Nella terra, su quale terreno cresce l'uomo? La società. Quindi la famiglia e la società fanno in modo che tu non cresca più di tanto, perchè attuano delle forzature (potatuta e riduzione delle radici) che ti impediscono di fare quello che vorresti. Attenzione perchè va anche oltre Sfiber, si parla di "piante ornamentali" quindi messe lì per fare bellezza ed essere ammirate: ritorna il discorso dell'apparenza, non devi essere ciò che sei, ma quello che meglio appare e soddisfa gli altri. Inoltre si parla di far assumere alla pianta, durante la crescita, forme e dimensioni che non sono proprie della pianta stessa, ma sono forme e dimensioni che gli vengono imposte, quindi ti sta dicendo, in due parole, che la famiglia e la società ti impongono di assumere delle caratteristiche che non senti tue, ma sono volute da loro. Esempio: il figlio vuole fare il meccanico e i genitori gli impongono la laurea in medicina, perchè nell'apparenza è meglio un figlio medico che meccanico. I fili metallici di guida sono questi. Non conta cosa vuoi e cosa vuoi fare quando sei giovane, perchè la famiglia tende a schiacciarti e, tramite la sua autorità (fili metallici) ti porta dove vuole lei: spesso i genitori costringono i figli a fare quello che loro vogliono e credono sia un bene per il figlio, lasciando da parte i desideri del figlio...vorresti crescere, ma sei come un bonsai!

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.<br>Iscriviti, è gratis.

Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.
Iscriviti, è gratis.

Intertwine è la community che connette scrittori, lettori e creativi che guardano il mondo con occhi diversi.
Iscriviti, è gratis.

No, grazie
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×