scrivi

Una storia di CuorDiPolvere

Questa storia è presente nel magazine LeFou

Miraggi

185 visualizzazioni

Pubblicato il 13 marzo 2018 in Avventura

0

Aveva creato il mare tracciando una riga azzurra, perché era un potente mago e custodiva i segreti dell'Intelligenza. Diede la vita ai pesci e colorò i piumaggi degli uccelli, dopo che costruì il cielo e diede fuoco al sole.

C'erano sulla terra, in acqua e per aria creature di tutte le immaginazioni celesti, e riempivano il mondo di colori e riflessi.

Le sabbie delle spiagge erano granelli d'oro piovuti dal cielo una notte d'estate. Si erano sottratte le ossa ai Titani per costruire le montagne, e dalle viscere torbide della terra annusavano le cieche creature di ogni abisso.

Sopra era luce e sotto buio e nelle rotazioni dei secoli ogni cosa s'invertiva, e portava equilibrio.

In lontananza vibrava il miraggio di un'antica città trasparente; si riuscivano a distinguere torri e bastioni, case di sabbia ammucchiate sulle colline piene d'erba, là dove il sole batte assai più forte e i venti sono taciturni. Ma era trasparente, forse viva forse morta, e rimase un mistero custodito dalle bestie, giacché mai la vita umana era apparsa sulla terra.

Poi il mago smise di disegnare. S'accorse di voler fare altro, che un altro scirocco lo spingeva, e si allontanò. Più tardi si scoprì a disagio: aveva lasciato il suo piccolo pastello azzurro su un'isola deserta, e deliziato partì per riprenderselo.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×