scrivi

Una storia di Raffaele

J’adore

(Maroonn')

Pubblicato il 15 dicembre 2017 in Poesia

Tags: Profumo Regali Natale

0

Voglio uno profumo,

Uno qualsiasi.

Voglio sbattermi come un coglione,

Dando l’illusione di ballare con una musica di merda,

Perché ho quelle due gocce dietro le orecchie

E so di essere figo.

Datemi una camicia senza bottoni

Che vi mostro il mio petto glabro e tonico.

Mentre cammino tra schiere di donne,

Tutte mi guardano,

perché ho un buon odore.

Perfino la luce, il mare e il vento

Io domo con la mia essenza.

Non c’è bestia selvatica o tecnologia moderna

Che il mio profumo non possa domare.

Solo in un deserto, nudo in mezzo al mare,

Io profumo, quindi esisto.

Fatemi dire frasi sibilline e sensuali,

Baciare donne ammalianti e fare l’amore.

Sui tralicci del telefono, tra i tetti delle case,

Su una barca tra gli scogli, tra lenzuola

Purché profumate.

Il mio odore mi rende speciale,

l’unico da amare.

Voglio correre, gridare e fare cose senza senso.

In città che non hanno nomi, in orari che non esistono,

Ta persone che non conosco e sempre con una musica di merda.

Ho due gocce di quell’essenza sui mie polsi depilati,

io sono l’Uomo non un derivato.

Spendete, vi prego, i vostri euro.

Boccettine di vetro con pochi millilitri,

Della fragranza degli Dei vengono riempite.

Voglio uno profumo,

Uno qualsiasi.

E chest’ e!

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×