scrivi

Una storia di MarcoCasagrande

Insabbiamento

Un'adolescente scomparsa, un'indagine e un finale a sorpresa

202 visualizzazioni

Pubblicato il 31 agosto 2018 in Humor

Tags: Fashionblogger Matrimonio Ferragni

0

"Professore? Ho una bellissima notizia: abbiamo ritrovato sua figlia e sta benissimo! A Capri..."

Quaranta minuti dopo, si presentava al piantone il Prof. Manetti, illustre primario di neurologia al Policlinico Universitario, giù in città. Il giovane carabiniere uscì dalla guardiola, sorridente, per congratularsi, ma Manetti sembrava nervoso, chiese di vedere subito il maresciallo. Vista la delicatezza del caso, fu accontentato.

Il sottufficiale che comandava la piccola stazione si stupì di vedere il clinico: "Professore, non serviva che si disturbasse..."

"Possiamo andare nel suo ufficio, maresciallo?"

"Certo! Ma sta bene? La vedo pallido..."

"Sì, sì... non si preoccupi..."

Il maresciallo fece accomodare Manetti, appollaiato sulla seggiolina di legno, con le mani adunche sulle ginocchia, rigido come una statua.

"Allora," esordì il maresciallo, sedendosi a sua volta dietro la scrivania, "la ragazza dovrebbe essere già in arrivo. I colleghi di Capri la portano a fare qualche accertamento sanitario, poi la faranno parlare con una psicologa..."

"Con una psicologa? Con uno psichiatra, dovrebbe parlare".

"Non sia troppo severo con la ragazza, professore: l'adolescenza, si sa, è un'età ingrata".

"La farò seguire, ma, nel frattempo, bisogna limitare i danni".

"Mah... guardi, a quanto mi dicevano i colleghi di Capri, credo non sia successo niente di che... la ragazza ha dormito in albergo... la prima sera è riuscita a non dare documenti alla reception con una scusa, ma poi li ha dovuti dare... e così l'abbiamo trovata".

"Ma lei è sicuro che..."

"Che...?"

"Che voleva veramente andare..."

"...al matrimonio? Ce l'ha detto lei. Come pensasse di entrare, senza invito, non si sa... ma il suo scopo era quello".

Manetti giunse le mani: "Io mi vergogno, maresciallo. Non voglio che si sappia, in paese, che mia figlia è scappata di casa e ha attraversato mezza Italia per andare al matrimonio di una fashion blogger!"

Il maresciallo allargò le braccia: "Noi siamo muti come tombe, professore, ma la stampa..." Era una sfrontata bugia. Appunto dalla caserma, infatti, la stampa riceveva le informazioni sull'innocua cronaca nera del paesello.

"Maresciallo, qui, grosso modo, ci sono solo tre giornali, giusto?"

"Due, la Gazzetta e la Voce".

"Poi c'è quello nuovo, quello online".

"Ah già, ha ragione, quello col nome in inglese".

"Secondo lei, se io parlo con i tre direttori..."

Il maresciallo allargò, di nuovo, le braccia: "Professore, ci provi... certo, dai giornalisti ci si può aspettare poco di buono..."

Appena Manetti se ne fu andato, il maresciallo proruppe in un risolino, poi, dal cellulare personale, chiamò il direttore della Voce.

"Ehi, Mirko! Non indovinerai mai chi è appena stato da me... Manetti... sì, il padre. No, la ragazza sta ancora a Capri o al massimo in viaggio, bisogna vedere se la vuole sentire anche il magistrato minorile... comunque, sai qual è la sua unica preoccupazione? No, di Manetti, del padre... che si sappia in giro che la figlia è scappata di casa per andare al matrimonio di una fashion blogger... è molto probabile che cerchi di contattarti... tu dagli spago, ché, secondo me, quello, se te la giochi bene, è pronto ad allungarti una bella mazzetta... ma sì, che vuoi che siano, per lui, cinquecento-mille euro... non è manco reato... perché tu sei privato, mica un pubblico ufficiale... eh... vabbuo', ciao... e fammi sapere, eh? Ci tengo. Ciao, ciao".

Il maresciallo riagganciò e si diede a tamburellare le dita sulla scrivania. Il numero della giornalista della testata online ce l'aveva pure... giovane e belloccia davvero era...



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×