scrivi

Una storia di AntoPugli

5

Ó Curniciell è p' semp !!!

#Napoli

Pubblicato il 23 novembre 2016

Vi siete mai chiesti cos'è e a cosa serve quel piccolo oggetto rosso a forma di cono appuntito così importante per i napoletani ?!

Bhe io si, camminando tra i vicoletti di Napoli lo si vede e lo si nota anche molto bene. L'oggetto di cui sto parlando è "ò Curniciello".

Cono portafortuna per i napoletani, oggetto scaramantico per eccellenza, in grado di allontanare le malelingue e la negatività. Il corno ormai è prodotto da tutti gli artigiani napoletani e non solo, anche nel resto del mondo sta diventato oggetto di ispirazione di molti artisti .

Secondo la cultura napoletana "ó Curniciello" è di terracotta e deve rispettare la regola delle tre R:

- Deve essere rosso : associato al peperoncino che rappresenta lo sparlare entrando così in contrasto assumendo valori di protezione , il colore rosso sta anche per passione e amore.

- Deve rompersi : sulla punta per portare fortuna così quando si rompe manda via la negatività.

- Deve essere regalato : quando lo si regala bisogna attivarlo , perciò si chiede alla persona che lo riceve di aprire il palmo della mano sinistra e pungersi con la punta del corno.

La persona che ha regalato il corno deve recitare la famosa frase di Antonio de Curtis in arte Totò:

"Quello che vuoi per me , il doppio lo auguro a te ".

Inoltre quando lo si regala si augura alla persona interessata non solo fortuna ma anche protezione non generalizza ma specifica che l'accompagna per tutta la vita.

Chi riceve ó curniciello si deve sentire fortunato perché come un diamante è per sempre anche ó curniciello è per sempre !!!

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×