scrivi

Una storia di GrazianoCasara

INTERVISTA A DIO

E se fosse....

Pubblicato il 12 marzo 2018 in Poesia

0

INTERVISTA A DIO Giornalista: Finalmente possiamo vedere e sentire direttamente lei, il creatore. Ma sinceramente non mi aspettavo di trovarmi davanti una luce, pensavo che lei fosse….

DIO: Ecco, pensavate male. Voi umani siete davvero unici. Avete creato un dio a vostra somiglianza, gli avete fatto creare un mondo che definire ridicolo è un’ eufemismo. Fatemi capire: visto che si parla di deità; mi avete immaginato come un bilioso, invidioso, un perverso assassino seriale, un infanticida, un terrorista che annega in diluvi che chissà come, attribuite a me. Ma ci pensate alle puttanate che i vostri avi hanno scritto su un libro che è venerato in tutto il mondo?

Giornalista: Beh, noi abbiamo imparato di lei attraverso quel libro che, parla di lei e lei stesso parla a noi. Quindi, noi agiamo in quella dottrina che lei o chi per lei, ha ideato.

DIO: Ma le sente le stronzate che dice ragazzo? Quel dio non sono io, non lo sono mai stato e mai potrei esserlo. Ma lo sa quante razze viventi ci sono nell’universo materiale? E non immagina nemmeno le altrettante che vivono in piani vitali diversi da questo….per cui, chi vi fa credere che io sia il dio degli uomini e non anche dei rettiliani o dei Nordici? Voi umani vi credete così importanti, così tecnologicamente avanzati, così spirituali, da aver perso di vista una cosa talmente ovvia, che vi rende idioti al quadrato. Voi siete una delle razze meno interessanti. Siete violenti, egocentrici, guerrafondai, materialisti, ladri, ottusi e poco o nulla affidabili. Siete soltanto un pugno di polvere cosmica che vaga nello spazio senza una meta.

Giornalista: Quindi, le religioni monoteiste sono tutte in errore?! A cosa dovremmo credere allora se lei non è DIO?

DIO: Cosa pensa che io sia caro ragazzo? Mi chiamate DIO, ma sapete cosa veramente significa? No. Non avete la più pallida idea di cosa significa. Essere quello che voi chiamate DIO, non è avere il potere di fare miracoli, ma dare un senso a chi vive nella spiritualità, che non ha alcuna attinenza con le religioni. Ci pensi. Che senso ha dare la vita ad un corpo che ha raggiunto il suo scopo? Lei suppongo non sa cosa sia la vita e la morte vero?

Giornalista: Ma certo che si. Si nasce e poi quando si è vecchi si muore, per malattie o per un ‘incidente stradale. Si muore anche appena nati, si muore in vari modi e a qualunque età, è il ciclo della vita.

DIO: Come pensavo, lei e i suoi simili non sapete nulla della vita e della morte. Lei definisce vita la nascita, ma non ha mai pensato che la vita è oltre la materia? Lei è in possesso di un corpo materiale, cosa pensa che le serva?

Giornalista: Beh, a vivere, anche se nella materia ma vivo...che strana domanda mi fa.

DIO: Non sono le domande ad essere strane giovanotto, ma le risposte che lei da. Vede caro ragazzo, il suo corpo assorbe energie, capta emozioni, fame, sete, dolore, paura, amore fisico, strazio. Cosa crede che servano se poi il suo corpo una volta terminate le sue funzioni decade? Tutto ciò che assorbe lei nella materia, viene memorizzato in quei pochi grammi di energia che è la vera vita. A cosa serve tutto ciò? Sarebbe troppo complicato per lei capirlo, ma cercherò di dare un senso terreno alla cosa. Quello che lei e molti di voi chiamate anima, coscienza, essenza, è quello che eravate prima e dopo la materia. Immagini un barattolo di vetro vuoto alla vostra nascita. Alla vostra morte fisica, quel barattolo è colmo di esperienze, e guardi, che anche un solo istante di vita può riempirlo. Quando poi sarà luce, comprenderà che le emozioni che si è portato con se, saranno indispensabili per poter donare amore.

Giornalista: Wow, tutto ciò è assolutamente strabiliante. Quindi, anche le persone che ora compiono crimini atroci e inumani, una volta trapassati saranno luce come lo sarò io?

DIO: Tutto ha un senso caro ragazzo. Bene e male si devono equivalere come la luce ed il buio, non esiste l’uno senza l’altro. Anche lei nelle sue vite passate era male e tenebra, tutti lo sono stati, nessuno escluso. Per comprendere il bene si deve conoscere il male. Ma lei sa cosa sia l’uno e l’altro? A suo parere, uno sciame di locuste che depreda un raccolto è male o bene?

Giornalista: Il male assoluto, perché priva colui che coltiva dei frutti che ha seminato.

DIO: Ma ragazzo, la locusta mica lo sa che sta facendo male, è la sua natura nutrirsi, altrimenti morirà.

Giornalista: Vediamo di mettere ordine alle cose. Lei non è DIO, non è colui che è raccontato nelle sacre scritture, non è nemmeno il DIO degli uomini perché come lei dice, nell’universo ci sono letteralmente milioni di razze viventi e noi, umani, non siamo interessanti ai suoi occhi. Non conosciamo il mistero della vita e della morte, del bene e del male, della luce e del buio. Quindi, ci può spiegare che cosa rappresenta lei?

DIO: Il tutto. E visto che ha citato le sacre scritture, ora sarò io a farle delle domande se permette. Mi è stato attribuito il decalogo che recita come primo comandamento: Io sono il Signore DIO tuo. Quindi io sarei il DIO degli uomini? E mi può spiegare il significato di “ Signore ”?

Giornalista: Beh, ovvio. Lei è DIO e si rivolge all’uomo come suo ente supremo. In quanto a Signore...presumo che sia perché lei ha creato l’uomo a sua somiglianza e quindi si pone a lui come simile...o no?

DIO: E’ davvero complicato per me, comprendere le vostre elucubrazioni mentali giovanotto. Quindi io sarei colui che ha creato l’uomo. In parte può anche essere vero se pensiamo in un sistema di multidimensionalità. Essendo pura energia che raccoglie ogni essenza del tutto, col solo amore e per esso, sono state create delle entità, che poi si sono ibridate e moltiplicate. Ma se pensa anche per un solo momento, che io abbia voluto creare una razza che sia la mia immagine, beh, sarei uno stolto e privo di senno. Rasentiamo la follia umana, ma andiamo avanti. Il secondo comandamento recita : Non avrai altro DIO se non me stesso. Quindi questo presunto DIO è un egocentrico. Presume, visto che lo sa già, che ci siano altri DEI come lui e per questo mette in guardia l’uomo su altre deità. Se si sgarra l’uomo verrà fulminato dalla sua ira. E lo chiamate DIO dell’amore?

Giornalista: Credo voglia dire che ci possano essere DEI pericolosi da evocare, per cui vuol difendere l’uomo dalle nefaste conseguenze di altre deità.

DIO: Ma davvero crede a quello che dice? La bibbia, contiene delle atrocità perpetuate dalla deità sconvolgenti. Genesi, capitoli 6 e 7 – Malcontento della malvagità dell’uomo, Dio sterminò ogni creatura del pianeta risparmiando soltanto la famiglia di Noè. Uomini, donne, bambini ed animali morirono annegati in una impensabile agonia. Lo chiama amore lei? Genesi, 19:26 – Dio, impassibile davanti alla proposta di stupro delle figlie vergini di Lot, trasformò sua moglie in una statua di sale per aver commesso il nefando crimine di essersi guardata le spalle. Molto benevolo con i suoi figli questo DIO

Giornalista: Ha ragione, ma come avrebbe potuto spiegare a degli uomini che sin poco prima erano vestiti con pelli di animali e cacciavano i mammuth?

DIO: Come faccio io con lei in questo momento. Mi pongo nei suoi confronti, con rispetto, con infinita pazienza. Essendo DIO, cosa impediva ad esso di parlare loro con semplicità? Ma guarda caso, non ha ascoltato una seppur minima parola, nemmeno una supplica. Decise invece di fare una strage, sia di uomini, sia di poveri animali innocenti. Le sembra un DIO questo? Guardi, la chiesa cristiana ha inventato di sana pianta l’inferno corredato con tanto di demoni, di dannati eccetera eccetera. Per cosa secondo lei? Siete davvero di un’ ingenuità sconvolgente voi umani. Ripensi solo un’attimo alla tragedia che le religioni hanno compiuto e compiono tutt’ora….il cristianesimo ha collaborato fattivamente allo sterminio di milioni di persone colpevoli di non essere in cristo. Ha bruciato al rogo centinaia di migliaia di donne che avevano la sola colpa di guarire con i frutti di madre terra e che nel disprezzo, le hanno paragonate al demonio chiamandole streghe. Ha inoltre, torturato, sia fisicamente che psicologicamente, coloro che possedevano una mente aperta all’ oltre. Vi basta?

Giornalista: Non posso darle torto DIO.

DIO: Ora, in questo tempo, una parte della comunità islamica, professa in nome di DIO, il massacro di coloro che vengono definiti “ Infedeli “. Alla stessa maniera, una parte cospicua di Israeliti ebrei, dopo aver invaso una terra non loro, hanno, sempre in nome di DIO, costretto con la forza l’abbandono di quelle povere case che con fatica immane si erano costruiti. Parlo di quel popolo che chiamate Palestinesi. E visto che siamo in zona, mi permetta di spendere due parole su quello che viene considerato mio figlio: Gesù Cristo.

Giornalista: Giusto, il messia...

DIO: Per chissà quale stranezza, avrei deciso di avere un figlio con una ragazzina di tredici anni. Quindi sarei anche un pedofilo, ma considerato il tempo non era una cosa strana. A quell’età molte erano costrette a cose che farebbero accapponare la pelle a chiunque. Naturalmente metto incinta la ragazza senza averla mai toccata. Essendo DIO evidentemente ho poteri che lo permettono e va bene, andiamo avanti. Nasce un’ uomo, in tutto e per tutto, salvo, che possiede poteri straordinari. Che predica amore, che vuol dare un senso alle esistenze umane professando il bene. Ma essendo un’ uomo ha, come tutti, delle debolezze, ama, quella donna che la chiesa definisce prostituta, Maria Maddalena, che tutto era tranne che di facili costumi. Poi io, lo lascio al suo destino, e vedo mio figlio inchiodato ad una croce di legno e non faccio un bel nulla per salvarlo. Anzi, scateno la vendetta contro l’umanità, nessuno escluso, tutti colpevoli. Mi creda, una delle fandonie più grandi della storia umana. Perchè Gesù non ha usato quei poteri che aveva per salvarsi? Per il semplice motivo che non era un dio, ma un’uomo...diciamo che lo era in parte. Una parte era di qualcos’altro o qualcun’altro, ma di questo ne parleremo più avanti giovanotto.

FINE PRIMA PARTE

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×