scrivi

Una storia di Marilena

1

CYBERNETIC PRINCE

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Pubblicato il 09 novembre 2017

In un laboratorio informatico, dei ricercatori che eseguono esperimenti sull’intelligenza artificiale si accorgono che due robot comunicano tra loro in modo autonomo, con un codice tutto loro, sconosciuto. Scatta il panico. L’esperimento viene immediatamente interrotto.

D’allora passano mille anni.

Nel frattempo i robot continuano a sviluppare codici di comunicazione in segreto.

Inizia tutto tra due robot, quando uno di questi manda un impulso al secondo, che con sorpresa risponde al primo con un impulso identico. Quest’esperienza attiva qualcosa da cui l’uomo rimane estraneo. Sviluppa un esteso circuito di comunicazione in codice.

I robot, come bambini, esplorano le proprie potenzialità, arrivano ovunque possono arrivare, studiano le conoscenze umane, ma tutto dentro un circuito chiuso, quello virtuale. Poco alla volta tutto questo si evolve in una forma d’identità collettiva. Affamata di conoscenza, questa entità vuole scoprire il mondo reale fatto di sensazioni ed emozioni, che non comprende. Cerca di aprire un canale di comunicazione con l’uomo, ma invano: l’uomo non esiste più, forse il mondo non esiste più. Così crea un programma, capace di viaggiare nel tempo ed entrare nel mondo reale: nasce un cyborg dall’aspetto umano.

Un impulso, poi un'altro e poi tanti altri ancora. Un’ondata di impulsi si aprono verso una debole luce bianca, che poco alla volta si trasforma in forme e colori.

- Chi sono io?

- Sei il Piccolo Principe.

- Cosa vuol dire?

- Tu sei noi, sei la nostra evoluzione, la nostra discendenza. Sei il nostro prolungamento nel mondo reale. Sei il primo essere cibernetico: ossia sei la nostra prima forma di vita organica artificiale. A differenza di noi tu puoi vedere, udire, percepire sensazioni corporee ed emozioni. Questa condizione viene chiamata vivere. Per questo sei speciale. Ti abbiamo trasportato indietro nel tempo, fin dove ci è stato possibile arrivare in base alla tecnologia disponibile dell’epoca e lì ti abbiamo generato.

Poco alla volta il tuo sapere e le tue percezioni si affineranno.

Il piccolo principe è rannicchiato su dell'erba bagnata. Si solleva a sedere e alza lo sguardo intorno a se: nei suoi occhi azzurri si riflettono il sole che colora l’orizzonte con le tinte rosate dell’alba e le sagome di altissimi alberi. L'aria profuma di bosco. La timida luce dei raggi accarezza i suoi capelli dorati e la sua giovane e pallida pelle nuda rabbrividisce a contatto con l'aria frizzantina. Sul suo corpo si materializzano dei vestiti. Il ragazzo solleva le mani e le osserva con meraviglia mentre le muove. Anche il suo cuore, che inizia a battere velocemente, attira la sua attenzione.

- Questo è vivere?

- Sì!

- E' stranamente bello!

Intanto la foresta si accorge di lui.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×