scrivi

Una storia di Gjoe_S

1

In cucina con Giovanna

Passione? Piacere? Dove, se non a tavola?

Pubblicato il 31 luglio 2017

RICETTE AGGIORNAMENTO:- SPEGHETTI AL LIMONE DI SORRENTO

- VERMICELLI PRIMAVERA DI POSITANO

- ALICI FRITTE

- VERMICELLI AL "POMODORINO DEL PIENNOLO"

- PASTA FRESCA AL FORNO

- BUDINO ALLE MARIE

- TAGLIATELLE AI FUNGHI PORCINI

SPAGHETTI AL LIMONE SORRENTINO

350 gr. di Spaghetti Ristorante o Spaghettata

1 limone di Sorrento grande e fresco

1 spicchio d’aglio

1 tazzina d’olio extravergine d’oliva

2 - 3 patate rosse medie

2 pizzichi di sale fino

Prezzemolo tritato

Sale doppio q. b.

Pepe o peperoncino in polvere (facoltativo)

Come tutti i piatti molto semplici questo primo, fresco e gustoso, non è facile come sembra. Nel senso che: sì, è alla portata di tutti ma cucinarlo alla perfezione richiede esperienza e padronanza dell’arte culinaria. Comunque... non vi scoraggiate, anche chi è alle prime armi, non dovrebbe essere in grado di rovinarlo tanto da non poter essere gustato.

Quando bolle l'acqua della pasta immergervi le patate sbucciate e affettate. Dopo circa 10 minuti versare gli spaghetti in abbondante acqua bollente e salata e, appena sono al dente, togliere la pasta e le patate dal fuoco.

Condimento: al mattino, riscaldare l’olio in una padella e farci soffriggere l’aglio, delicatamente, per alcuni minuti. Spegnere, togliere l’aglio e lasciar raffreddare.

Tritare il prezzemolo con la mezza luna. In una terrina emulsionare il succo di limone col sale fino, quando diventa spumoso; aggiungere prima la fecola e dopo l’olio raffreddato. Condire la pasta in una zuppiera, mescolare bene e poi lasciare intiepidire per qualche minuto.

Prima di servire cospargere di prezzemolo e, secondo i gusti, di pepe o di peperoncino.

VERMICELLI PRIMAVEREA- POSITANO

Primo piatto - Tempo di preparazione 15 min - Facilissimo

Ingredienti:

350 g. di Vermicelli

150 g. ricotta salata di Montella

1 kg. di fave fresche da sbucciare (piccolissime e tenere)

1 tazzina di olio extra vergine

1 tazzina di olio di mais

Formaggio misto grattugiato: grana e pecorino

Pepe (facoltativo)

Prezzemolo tritato

Sbucciare le fave, liberandole dai piccioli (se le fave sono grosse, togliere anche la pelle).

Cuocere i vermicelli in abbondante acqua salata.

In una padella di alluminio grande, riscaldare l'olio, aggiungere le fave e un mestolo dell'acqua della pasta.

Le fave devono sobbollire senza friggere.

Aumentare la fiamma e aggiungere la pasta al dente, mantecando per pochi secondi.

Spegnere il fuoco e aggiungere la ricotta salata, precedentemente sbriciolata con una forchetta.

Mescolare e servire, cospargendo di formaggio, un pizzico di pepe e prezzemolo.

Buon appetito.

ALICI FRITTE (Acciughe)

Secondo - Antipasto

Tempo di preparazione 1 ora

Facile

Ingredienti:

500 gr. di alici medie eviscerate

100 gr di farina

Olio per friggere

Sale e pepe

Lavare accuratamente le alici e farle asciugare il più possibile, colandole.

Preparare l'olio bollente in una padella alta o usare la friggitrice.

Infarinare velocemente da ogni lato solo le alici che friggerete, di volta in volta.

Poggiare le alici fritte rapidamente, senza biscottarle, su cartoncino assorbente per cucina e servire calde, cospargendo di sale e pepe nero.

Buon appetito

2 Versione: ALICI A PUPATELLA*

(*graziose, pregiate)

Come la ricetta precedente ma con alcune varianti:

Aprire le alici spinate, passarle prima nella farina e poi nell’uovo battuto, prima di procedere alla frittura.

Per 500 gr. di Alici: 2 uova battute, 2 cucchiai di Parmigiano.

Vermicelli al pomodoro del "Piennolo"

Primo Piatto

Tempo di preparazione: 20 minuti

Semplice

Qui ci troviamo di fronte ad un piatto semplice ma unico. Impossibile ottenere questo gusto inconfondibile con pomodori diversi da questi, detti anche del Vesuvio, con marchio D.O.P.

Questo pomodorino è contraddistinto dal pizzo sulla base. La pelle è dura e resistente, cresce sulla terra vulcanica e asciutta, conserva il sugo scuro all'interno per mesi, ha tutte le caratteristiche di una pianta grassa.

I sapore del sugo tende all'amarognolo ed è inconfondibile.

Dopo avere mangiato la pasta, non si riesce a rinunciare alla "scarpetta" col pane di San Sebastiano al Vesuvio, per non perdersi nemmeno una briciola del gusto spettacolare di questo sughetto.

Ingredienti:

400 g. di vermicelli di Gragnano

10 pomodorini del Piennolo

1 Spicchio d'aglio

1 bicchiere d'olio extravergine

sale

Preparazione:

In una padella capace scaldare l'olio e l'aglio, senza germoglio.

Sciacquare delicatamente i pomodorini e asciugarli con un canovaccio. Spaccare in due o in quattro pezzi, longitudinalmente i pomodorini (a seconda del calibro), togliere eventualmente qualche parte troppo scura o quei punti dove i semi si sono fatti neri.

Cuocere i pomodorini nell'olio caldo per pochi minuti, irrorando con l'acqua salata della pasta per non fare un sugo troppo secco.

Aumentare la fiamma e aggiungere nella padella i vermicelli al dente usando due forchette, ma senza colare.

Dare una rapida e grossolana mescolata.

Distribuire la pasta nei piatti a strati ... prima i vermicelli di sopra, meno intrisi di sugo, poi quelli di mezzo e, infine, dividere onestamente per 4 l'ultima pasta e il restante sughetto.

Spolverizzare di Parmigiano e Pecorino romano grattugiato.

Buon appetito.

PASTA FRESCO FORNO

Tempo di preparazione: 20 minuti + 45 min di forno circa

Primo piatto - Facile

500 g. di bucatini Fara San Martino

1 Kg. di pomodori san Marzan, rossi e maturi

2/3 bicchiere d'olio d'oliva

2 spicchi d'aglio privati del filamento verde centrale

Basilico abbondante

150 g. di formaggio grattugiato misto, Pecorino e Grana

1 cucchiaio di origano

Sale

Cuocere bene la pasta in acqua salata e colarla non troppo al dente.

Condirla con metà dell'olio e lasciarla intiepidire rimescolando ogni tanto.

Intanto, lavate i pomodori e spaccateli a metà nel verso lungo. In un ruoto bagnato d'olio sistemate metà dei pomodori con la buccia rivolta verso il fondo.

Condite la pasta mescolando meticolosamente con: l'aglio tritato, l'origano, il basilico e il formaggio grattugiato.

Mettete la pasta nel ruoto e ricoprite con i mezzi pomodori avanzati.

Cospargete con l'olio rimanente e aggiungete un pizzico di sale fino ai mezzi pomodori.

Infornate a 180 g. in forno caldo per oltre 30 minuti.

La pasta è pronta quando i pomodori di sopra si presentano bruscati e cotti.

Nota: questa pasta e buonissima anche se avanzata dal giorno prima.

Budino alle "marie"

Il dolce più facile al mondo.

Ingredienti

1 pacco di biscotti Oro Saiwa Petit (marie)

2 buste per budino al cioccolato fondente Lindt da 1/2 litro di latte cad.

950 cc. di latte intero

Bagna: 1 macchinetta di caffè amaro da 3 tazze, freddo; 1 bicchierino di brandy (o grappa o whiskey)

Preparare il budino unendo le 2 buste seguendo le istruzioni.Lasciarlo raffreddare solo per pochi minuti in modo che diventi tiepido.

Versare in uno stampo rettangolare un mestolo di budino, poi iniziare a comporre degli strati, di biscotti e poi di nuovo di budino, fino a esaurimento.

Il segreto è intingere i biscotti nella bagna molto rapidamente e solo da un lato, in modo che non diventino una pappetta ma restino abbastanza fragranti e sodi.

Lasciare raffreddare, poi porre nel frigorifero per una notte, le caratteritiche tipiche del budino ne fanno un dolce che si può gustare anche a colazione, oppure come dessert, dopo i pasti.

Facoltativo: per un gusto più ricco, spolverare gli strati di biscotti con cacao amaro.

Tagliatelle ai funghi porcini

TAGLIATELLE FACILI AI FUNGHI PORCINI

Primo piatto

Tempo di preparazione 15 min.

Facilissimo

Ingredienti:

400 g. di Tagliatelle di Gragnano

250 g. di funghi Porcini (anche congelati)

1 Spicchi d'aglio senza il germoglio verde centrale

1 tazzina di olio extra vergine

1 tazzina di olio di mais

Pepe nero

Prezzemolo tritato

Facoltativo: Formaggio misto grattugiato: grana e pecorino

Pulire i funghi se necessario e metterli in una padella antiaderente a fuoco basso, cacceranno la loro acqua, farla evaporare quasi tutta.

Aggiungere l'aglio e l'olio, e aumentare la fiamma.

Far sobbollire i funghi senza friggere.

Cuocere la pasta in abbondante acqua, leggermente più salata del solito.

Aggiungere le tagliatelle e mantecare per un minuto correggendo con un poco d'acqua salata della pasta.

Aggiungere un pizzico di pepe e un po’ di prezzemolo.

Buon appetito.

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×