scrivi

Una storia di greta01

0

LE CARESTIE AL MONDO D'OGGI

Ma quali sono le cause e i rimedi utilizzati?

Pubblicato il 06 aprile 2017

Che cos'è una carestia?

Innanzitutto dobbiamo definire il significato di carestia: una carestia è un fenomeno che avviene quando c'è una grave diminuzione della disponibilità di cibo in una determinata area geografica, con conseguente incremento del tasso di mortalità e diminuzione delle nascite della popolazione o di suoi gruppi.

Quali sono le cause?

Molte possono essere le cause delle carestie, spesso sono provocate da fenomeni naturali come la siccità, che si verifica quando non piove per molto tempo. Solitamente un anno di siccità non porta mai alla carestia, ma in questo arco di tempo la popolazione per sfamarsi deve usare le scorte di cibo messe da parte e dopo vari periodi non ha più niente con cui nutrirsi, e si ritrova affamata e senza soldi per comprare i semi per una nuova coltivazione. Anche il fattore opposto ovvero le alluvioni sono cause di carestie perchè molto spesso abbattono il raccolto e le inondazioni lo fanno marcire. Le carestie sono anche causate dai terremoti e dalle eruzioni vulcaniche che radono al suolo intere campagne. Anche le epidemie ne sono una causa.

Ma la carestie non sono sempre causate da fenomi naturali: l'uomo ha una grossa responsabilità in questo settore. Ad esempio con le guerre che inducono intere popolazioni a scappare dai propri paesi, impedendoli di coltivare il raccolto e molte volte le guerre portano alla distruzione di campagne. Poi le cosidette multinazionali sono una delle principali cause, perchè pensano solo al loro arricchimento e impediscono ai paesi più poveri di svilupparsi indipendentemente, e di conseguenza li fanno diventare ancora più poveri. Si dice anche che le alluvioni e la siccità stiano aumentando a causa del surriscaldamento globale, e quindi per colpa dell'uomo. Infine ci sono le carestie moderne dovuto a fattori economici e politici.

Quali sono i rimedi cercati e utilizzati?

Per cercare di sconfiggere le carestie si sta cercando di coltivare piantagioni che richiedano meno acqua e si stanno piantando nuovi alberi per rendere il terreno più umido. Si sta anche cercando di usare più fertilizzanti per rendere i raccolti più abbondanti, ma questi fertilizzanti oltre a non fare bene richiedono anche un maggiore uso d'acqua.

Molto spesso sono le stesse zone colpite che si aiutano fra di loro.

Per aiutare i più bisognosi si sono anche attivate molte assocazioni, come "Onlus", "Actionaid", ecc.

Quali sono i paesi più a rischio?

La lista dei paesi a rischio è sconvolgente: Malawi, Zimbabwe, Etiopia, Sud Sudan, Sudan e Somalia sono quelli più in pericolo, ma anche Nigeria, Ciad, Repubblica Centroafricana, Sud Africa, Kenya, Uganda, Congo e Gabon.

mappa delle zone in carenza di cibo nel corno d'Africa
mappa delle zone più a rischio di mancanza di cibo
mappa delle zone più a rischio di mancanza d'acqua

Le carestie più recenti

1974 Carestia del Bangladesh;

1984-1985 Carestia in Etiopia;

1997 Carestia della Corea del Nord;

1998 Una Carestia nel Sudan causata dalla guerra e dalla siccità;

1998 Carestia nello Zimbabwe;

2015-2016 El Niño. E' una delle più gravi siccità degli ultimi anni che ha colpito il continente africano. El Niño è un fenomeno climatico naturale che ha comportato un eccessivo riscaldamento delle acque dell’Oceano Pacifico centromeridionale e orientale. I suoi effetti hanno coinvolto varie regioni del mondo. Le zone direttamente interessate da el Niño sono state soggette a inondazioni e alluvioni, invece, quasi per una sorta di compensazione, le zone più lontane, sono state colpite da siccità. Il prevedibile aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, a causa della scarsità di cibo, non ha fatto altro che aggravare questa già critica situazione.

Quali sono le responsabilità dei paesi ricchi?

Molte sono le responsabilità dei paesi ricchi che non si preoccupano di questa situazione e esportano le risorse di queste terre per importarle a un prezzo maggiore. Le multinazionali, localizzano le industrie di questi Paesi poveri, per trarne vantaggio nell’acquisto di materie prime e nell’impegno di manodopera, a basso costo, molte volte anche sfruttando bambini perchè costano ancora meno e perchè il loro unico obiettivo è quello di guadagnarci.

Questi gruppi imprenditoriali, infine, esportano i loro guadagni, lasciando i Paesi sottosviluppati, che li hanno accolti, ancora più poveri.

Confronto carestia raccontata da Manzoni nei Promessi Sposi con quelle dei giorni nostri

Oggi come allora la carestia era presente, come ad esempio si può vedere nel romanzo dei Promessi Spossi dove la carestia del 1628 è stata un elemento fondamentale dello sviluppo della narrazione. Le cose tuttora non sono molto diverse, l'unico punto in disaccordo è che nei Promessi Sposi la carestia è stata aggravata ulteriormente dalla peste che portò tasse molto alte per volere dello Stato ai contadini, che scatenarono ancora più povertà. Ai nostri giorni invece, la peste è molto meno diffusa, ma comunque ci sono altre malattie come ebola e malaria.

Sitografia: www.actionaid.it

www.mednat.org

www.corriere.it

www.michelelan.it

www.amref.it

https://it.wikipedia.org/wiki/Carestia

www.expo2015.org/magazine/it/economia/la-carestia-e-le-sue-cause.html

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×