scrivi

Una storia di angelaaniello

Due passi e un salto

Marta ad un certo punto crede di esseri persa davvero. Dentro e fuori e'è ingrippato tutto.

860 visualizzazioni

Pubblicato il 02 aprile 2015 in Spiritualità

Tags: amore parole piacere tremito vertigine

0

Due passi e un salto

Quella mattina decise che saltare era meglio che volare. Richiedeva più fatica ma... quanta vita c'era nei salti!

Avrebbe persino cucito sulle spalle un paio d'ali ma sarebbe stato troppo facile volare e basta.

Lei voleva sentirla tutta l'ebbrezza del vento nel gioco del salto agli ostacoli...

UNODUETREQUATTROCINQUESEI... SALTO!!!

SETTEOTTONOVEDIECI... SALTO!

E che respiri! Si divertiva pure l'infinito a giocare insieme.

I capelli si scompigliarono, i pensieri spettinandosi si ripettinarono.

Non era solo l’aria frizzantina a infastidirla terribilmente. Il miagolio di Furla la mandò in bestia.

Tutto sembrava essersi liquefatto nella sua vita in un colpo solo: gli affetti, il lavoro, i pensieri.

Dannati e malandati. Indecenti e stranieri.

Persino la macchia di latte e caffè sulla tovaglia bianca era buffa in quel contesto: non aveva ancora capito se ad essere fuori luogo fosse il suo umore cupo e cattivo che la istigava a brontolare e abbrutirsi nel fumo dell’inerzia o il punto di non ritorno cui- ahimè!- era giunta.

Il futuro? Imperdibile! Ma il presente?

S’infilò il primo maglione che trovò sulla poltrona della camera da letto.

Aria! Aveva bisogno di aria!

La montagna si profilò come una preghiera dinanzi ai suoi occhi. In quel momento si spensero le chiacchiere, le domande banali, gli eccessi.

Nello spazio antistante la gaiezza brillante del sole di marzo abbracciava l’ingenua bellezza della roccia. Le nubi argentee in lontananza erano esplosioni soffocate di malinconia.

Era cosciente della propria estraneità a quella pace. Per un istante si sentì ovattata come l’energia che sapeva di aver perso.

Qualcuno alle spalle, un flautista uscito dal nulla, buttò a casaccio nel cuore emozioni.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×