scrivi

Una storia di katiapangrazi7

2

A Bosh il maestro Igor Borozan dedica la sua ultima opera

Università Autonoma - Madrid - Settimana per l'educazione Artistica dell'UNESCO 2016

Pubblicato il 04 aprile 2016

Allo scoccare del cinquecentenario della sua morte avvenuta nel 1516, il visionario maestro olandese farà infatti ritorno nella città di Den Bosch dove nacque con il nome di Jheronimus van Aken. Qui l’artista si misurò con i grandi temi della Creazione, del peccato e del vizio nella fase di passaggio tra Medioevo e Rinascimento e con le sue incredibili creature, i suoi demoni, e i suoi mondi immaginari e simbolici inventò un linguaggio capace di esercitare influenza sulle generazioni successive e, in epoca moderna, di sedurre i Surrealisti.

Camicia di Bosh - maestro Igor Borozan

La retrospettiva “Jheronimus Bosch - Visions of genius”, in cartellone dal 13 febbrio all’8 maggio, inaugurerà un programma di tributi e omaggi che proseguiranno a Madrid, dove dal 31 maggio all’11 settembre il Prado presenterà "El Bosco: la exposicion del centenario" avvalendosi dell’importante gruppo di opere conservate nella collezione spagnola.

incubi

I quadri di Bosh hanno molto in comune con la rappresentazione dantesca e con il senso del peccato del nostro Alighieri. I personaggi che lui dipinge, infatti, sono esagerati, quasi comici, volutamente forti: come Dante, anche Bosch voleva rappresentare in modo evidente la trasformazione bestiale che il peccato compie sull’essere umano, Bosch dipinge la deformità del male accanto alla perfezione della santità, con lo scopo di spingere chi guarda alla conversione. La sua opera è una sorta di monito per chi osserva.

a Bosh - maestro Igor Borozan

In questo contesto di vibrante attesa si inserisce l'opera inedita del maestro Igor Borozan, "Ecce homo", una camicia gigante interamente dedicata ed ispirata al maestro pittore olandese. Una camicia che contiene i deliri e le visioni di un genio unico nel suo genere, un'opera tangibile e surreale al contempo, uno scrigno dove i protagonisti/antagonisti sono sempre e da sempre il male e il bene.

Inquietudine - maestro Igor Borozan

Il surrealismo è il fulcro sul quale ruota l'idea dell'opera "Ecce Homo" e Borozan realizza questo nuovo contenitore come se fosse il tendone di un circo, dove i visitatori possono entrare e, alzando lo sguardo, ammirare le opere stampate nel suo interno, come fossero in un osservatorio astronomico, in uno spettacolo roteante.

Redenzione - maestro Igor Borozan

Dopo Leopardi, Chopin, Caravaggio e El Greco, la camicia gigante ispirata a Bosh, il maestro Igor Borozan la presenterà in grande stile proprio a Madrid, terra dove Bosh fu particolarmente apprezzato e dove sono raccolte le sue maggiori opere.

Attraverso la camicia Borozan esprime tutti i suoi ultimi 'passaggi danteschi' come in un percorso di espiazione, di purificazione e traduce in colore e forma le visioni e i deliri di Bosh, rendendo 'tangibili' i suoi gironi infernali.

Un' opera particolarmente sentita, "Ecce homo", per l'intimità e la soggettività estrema dell'anima di un uomo, Borozan appunto, immerso nel suo incedere terreno, verso la redenzione.

Ritratto - maestro Igor Borozan

L'installazione di Borozan verrà accolta ed esposta, grazie al supporto e alla sensibilità artistica della professoressa Angeles Saura, presso la prestigiosa Università Autonoma di Madrid e sarà visibile in concomitanza della Settimana dell'Educazione Artistica promossa dall'Unesco.

www.igorbozaborozan.eu

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×