scrivi

Una storia di Maricapp

2

Sirena

Favola in rima

Pubblicato il 06 marzo 2017

Il mare era verde, la rena già scura.

La sera avanzava portando frescura

sull'isola amata dal piccolo uomo

di tuffi e di sole mai stanco, mai domo.

Il vento portava una voce argentina

che stava cantando una nenia bambina.

Il piccolo uomo si fermò incantato

da quella canzone che aveva portato

a lui così giovane e ancora sincero

la dolcezza e l'amore del creato intero.

-Chi sei tu che canti come mai ho ascoltato,

tu che mi racconti di onde e di blu, di pesci

e di mostri che non ho incontrato,

di un mondo che forse é andato perduto?-

-Io sono colei che impera regina

tra stelle di mare e pesci d'argento

conchiglie dorate e vascelli in rovina.-

- Non so, non capisco, ti prego racconta

la storia infinita, la fiaba che incanta!-

-Io sono Sirena padrona del mare

la donna del mito che ti sa incatenare,

ti lega con alghe fluttuanti nel blu,

ti trascina con sé negli abissi, quaggiù

dove tutto é irreale silenzio e poesia-

Il piccolo uomo avanzò tra le onde

di quel mare verde rapito dal suono,

dal canto ammaliante e dall'utopia

di una favola eterna d'amore e di pace.

Sirena, bugiarda, gli tese le braccia

attirando il giovane nella sua scia.

Il sole al tramonto si perse nell'onda

le umane illusioni fuggirono via.

Il vento pietoso il canto quietò

nel buio incombente del piccolo uomo

soltanto un ricordo lontano restò.

MC

Inizia a far sentire la tua voce attraverso le tue storie. Iscriviti, è gratis.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×

Ops, c'è stato un errore. Riprova più tardi.

×

Sicuro che sia questa l'email?

×

Email non valida

×