scrivi

Una storia di LuigiMaiello

Andiamo, ho detto allo zaino.

Pubblicato il 27 aprile 2018 in Viaggi

Tags: sorrento 25aprile marinagrande marinapiccola viaggiosolitario

0

25 aprile 2018

Spiaggia di Marina Piccola a Sorrento, più intima e discreta di Marina Grande.

Qui riesco a scrivere meglio queste poche righe, ispirate dal vento e dal mare, dal sole e dal sale.

Poco lontano da me ci sono dei ragazzi molto giovani che litigano fra loro e poco prima hanno litigato con l’addetto ai gommoni: ne volevano fittare uno, ma solo per mezz’ora e lui ha risposto loro: “In mezz’ora non uscite neanche dal porto!”

Poi ce ne sono altri, che hanno pretese minori, vogliono mangiare una pizza, però seduti a un tavolo, non in piedi come fanno di solito; allora uno di loro si preoccupa, forse a causa di qualche episodio già vissuto: “Li abbiamo almeno 20 euro a testa? Non facciamo figure e’ …!

Mi sposto, sulla passarella adiacente gli scogli ci sono delle ragazze che si preoccupano perché il giorno dopo devono svegliarsi presto: Firenze le aspetta, per la gita del quinto anno. Oggi però sono al mare, forse per un saluto, oppure per prendere un po’ di abbronzatura da poter sfoggiare tra i musei e l’Arno.

Domenica a Firenze gioca il Napoli, io ci penso, ma non c’entra in questa storia.

Ci sono altri ragazzi, con gli ormoni un po’ in calore, che gironzolano intorno a tre ragazze, come fanno i piccioni intorno al pane. Solo che i piccioni il pane lo prendono, questi giovani invece non si siedono. Restano indecisi sul da farsi. Sono timidi o è l’età? Forse entrambe.

Io osservo la scena incuriosito.

Marina Grande a Sorrento
Marina Grande a Sorrento

Oggi sono uscito presto, in compagnia solo del mio zaino e alle 10 ero già a Sorrento. Subito via Tasso, per poi girare in un vicoletto, incuriosito dal negozio di un fioraio, e poi ho proseguito per le vie interne, che stanno ai lati della strada principali. Sembrano gli affluenti di un fiume. Ognuna ha la sua storia, i suoi negozi, i suoi turisti, che poi si riversano, comunque, nella strada principale. I turisti sono molti, ma ho l'impressione che spendano poco. No, non è un gioco di parole.

Ho girato per un po’, senza un piano definito, sapendo che, ciò che cercavo, l’avrei trovato lungo la strada.

Sole, mare e persone nuove.

Calma, cammino e calore. Colore.

Selfie sudato dopo le scale.
Selfie sudato dopo le scale.

Ho scattato molte foto. In molti mi hanno chiesto di scattarle a loro. Così, mentre mettevo un piede dopo l’altro, ho colto nuovi particolari.

Poi mi sono fermato. Ora scrivo su un foglio bianco, come la pelle di quasi tutti a riva.

Sto bene in riva al mare, mi scarico di tutti i pesi inutili, per stare leggero e lasciare spazio alle cose nuove che sicuramente verranno. Mi godo il silenzio, mi estranio dal rumore.

Se la vita è un viaggio, allora è meglio viaggiare leggeri.

Questa riflessione è stata scritta mercoledì 25 aprile, sulla spiaggia di Marina Piccola a Sorrento.

Ecco una testimonianza della mia calligrafia, molto chiara e leggibile :)

Agenda + zaino + piantine grasse per abbellire la calligrafia.
Agenda + zaino + piantine grasse per abbellire la calligrafia.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×