scrivi

Avventura

Storie consigliate



Ritmo benigno.

Il pedale di destra produce un piccolo rumore, una specie di leggero scricchiolio metallico che non dà alcun luogo a conseguenze, ma nel girare forma come un ritmo...

Pensiero fulmine.

Sempre le medesime cose. Inutile insistere. Si può cercare di sfuggire almeno per un po’ alle abitudini, fingere di sentirsi magari su un altro piano, immaginarsi...

Discorsi sbagliati.

“Non posso credere che tutto possa finire così”, fa lei. Poi accosta una mano al muretto e ne accarezza le asperità delle pietre da cui è composto, come per...

La luce della luna

In un paesino della Fertilia vive un giovane e la sua famiglia lui di nome Curio alto, biondo occhi grandi verdi fisico magro ma forte, suo fratello maggiore animo basso...

Turbolenze?

Un colpo violento verso l’alto e il contraccolpo dovuto alla cintura di sicurezza, allacciata ben salda, la svegliarono. Turbolenze. Turbolenze piuttosto forti. Tamara...

Pietre sui passaggi

Ci sono storie che nascono sotto una buona stella, ci sono vite che sembrano uscire da una fiaba con il finale giusto, quello in cui tutti vissero felici e contenti, ci...

Absconditus

I. Era sul Picco al risveglio, fradicio fin dentro nelle ossa. Aveva certo un nome il posto, ma non lo conosceva: le nebbie rosse di fuoco fra cielo e terra parlavano...

Primus inter pares

A nessuno piace raccontare l'agonìa che precede la morte. Allo stesso modo, a nessuno piace leggere delle sofferenze, del decorso delle malattie che consumano e portano...

QUANDO TI ALLONTANANO SEI SOLO A METà DELL'OPERA

Vollero fare un esperimento, e per un mese Taylor, Gambino e Lloyd furono lasciati fuori dalla Fabbrica. Una Fabbrica selezionata, con solo 77 operai e nessun sindacato a...



Storie consigliate



Alla fine...

Non faccio bilanci. Non piu'. A che serve? Questo anno è passato nel bene e nel male, questo anno mi ha vista sbattuta contro un muro, usata malamente per difendere l'...

Oscurità

Qui il buio, quando cala d'inverno dopo le cinque, è un buio di quelli veri, profondi, impenetrabili; di quelli che, se non sono illuminate, le case non le vedi neanche...

La città di Lovertown

Mara, mia madre al sol pensiero di trasferirsi a lovertown gli erano venuti i brividi; invece mio nonno Joy era sempre stato contento di poter affermare il contrario. A...

PRIMA CORRE LA PREDA, POI IL CACCIATORE

I bisonti erano spariti dalla Pianura, e Aztec Magruder fissava i territori sempre con una certa malinconia. Viveva a 22 chilometri dal paesucolo più vicino, ed era...

Divina Commedia

Stava passando un periodo di vera merda. Diciamo che era il momento di affrontare i suoi mostri. Sì, i mostri. Quelli che ognuno di noi possiede dentro di sè. Non...

Il valzer dei vaffanculo

“Le auguro una bella giornata di merda” concluse, riagganciando il ricevitore del telefono. Contemplando il monitor, gli occhi feriti e irritati dalla luce fredda...

L'inizio

Sabato 21 febbraio 2015, ore 15:40, inizio a scrivere. Ancora non ho ben capito il motivo per cui lo faccio: noia, passatempo, tristezza, voglia di sfogarmi? Non lo so,...

L'algebra nel ripostiglio

Il risveglio fu graduale, un po' come quando, durante un viaggio in aereo, si scivola fuori da una nuvola e si viene nuovamente accolti dai raggi del sole. Pigramente...

L'Incidente

Tardo pomeriggio estivo, la splendida Fiat 130 Azzurra del 1973 sfrecciava sui tornanti a picco sul mare, sulla meravigliosa strada Amalfitana. Manx si godeva l’...


!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×