scrivi

Una storia di Docenteanna

Questa storia è presente nel magazine Raccontami di te

Il Crocifisso di San Marcello

Una storia lunga secoli

29 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 03 giugno 2020 in Spiritualità

Tags: #crocifisso #papa #papafrancesco #religione

0


San Marcello al Corso è una delle chiese più antiche di Roma. È citata addirittura in un documento del 418.


Millecento anni dopo, una notte di maggio del 1519, un incendio devastò il tempio e dalla violenza delle fiamme si salvò solo un antico crocefisso ligneo posto allora sull'altare maggiore.


Ritenuto miracoloso, il Crocefisso di San Marcello è molto venerato dal popolo romano che a Lui è ricorso nei periodi più bui della sua storia, come la peste del 1522 da cui la città fu effettivamente liberata dopo la lunga e partecipata processione che seguì la Croce da San Marcello al Corso alla basilica di San Pietro per ben 16 giorni, dal 4 al 20 agosto.

Il crocifisso è proprio quello di fronte al quale, la sera dello scorso 27 marzo, Papa Francesco ha pregato sotto una pioggia battente, affidandogli l’umanità intera. La sua preghiera si è conclusa con una benedizione Urbi et Orbi («Alla Città — cioè a Roma — e al Mondo») a cui è stato annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.

Autore: YARA NARDI | Ringraziamenti: ANSA | Copyright: ANSA
Autore: YARA NARDI | Ringraziamenti: ANSA | Copyright: ANSA

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×