scrivi

Una storia di CarmelaSannino

Questa storia è presente nel magazine Una scrittrice maldestra

Un uragano di tormenti

Pensieri e parole

157 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 21 novembre 2018 in Poesia

Tags: #parole #pensieri #resilienza #tormenti #uragano

0

E quando la sera tardi torni a casa e ti sdrai finalmente sul letto è lì che tiri le somme dell’intera giornata.

È lì che iniziano le paranoie.

Più che paranoie, sono pensieri ai quali il cuore non può che dare ascolto.

Inizi a pensare che a soli ventuno anni hai dei pesi troppo grandi da portare sulle spalle, e non parlo di quelli fisici, no.

Quelli magari!

Parlo dei problemi tuoi, della tua famiglia, che son più grossi di te.

Parlo di quelli delle tue amiche, che usano come valvola di sfogo te, non sapendo che magari sei stufa di sentire lamentele, altri dolori, altri drammi e che a quest’età vorresti solo più spensieratezza, più leggerezza.

Parlo del fatto che sei sognatrice, che appena chiudi gli occhi immagini scene del film “Notting Hill” con l’uomo dei sogni che appare dal nulla perché è destino. Anche se tu, ad essere sincera, persino ad occhi aperti riesci a sognare tutto questo.

Immagini odori, colori, paesaggi e volti di persone che forse neanche conosci, però ti fa star bene. Che male c’è a volere una vita diversa?

Certe volte paragoni la tua vita ad un pozzo senza fondo, ad una galleria infinita, all’eclissi lunare più lunga della storia.

Però potresti meravigliarti nel vedere che c’è anche il bello in questa vita.

Io non so da qui a dieci anni dove sarai, se ti sarai realizzata, se avrai rimosso tutti i tuoi dolori, paranoie e incubi che ti fan tremare dalla paura.

Non lo so.

Non so se avrai incontrato l’uomo dei tuoi sogni, uno di quelli che magari ti porterà ad un car movie che hai sempre visto nei film degli anni ‘70 e ti piaceva da matti. Non lo so.

Non so se avrai viaggiato tanto, El Cairo, Sydney, New York o Singapore, non lo so.

Non so se ti sarai realizzata nel lavoro dei tuoi sogni, la giornalista, che è pure un po’ difficile realizzarlo, però tu sei attratta dalle cose difficili.

Quindi non lo so.

Però so una cosa che mi han detto:

“Se vuoi una cosa, corri a prendertela.

Certe volte il destino ce lo creiamo noi con le nostre stesse mani”.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×