scrivi

Una storia di GioMa46

Questa storia è presente nel magazine TUTT'ALTRE STORIE

‘dove poggiano le ore’

... nell’illusione del tempo.

196 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 10 agosto 2020 in Poesia

Tags: #Incertezze #Memorie #Ricordi #Solitudini

0

Fotografia di Luciana Riommi
Fotografia di Luciana Riommi

‘dove poggiano le ore’ (*)


nello scolorire dei muri riarsi delle case

dietro le imposte chiuse delle finestre

denro le stanze avvolte nella penombra

negli armadi silenti che pure parlano di noi

di certe solitudini che pensavamo dimenticate

appese alle pareti racchiuse nelle cornici

nei portaritratti sul mobile antico

che mute s’avvalgono dell’arcano del tempo


del tempo che ritrovato posa nel silenzio

della polvere ricordi d’una felicità ingenua

condivisa coi fratelli e le sorelle di ieri che

dell’oggi hanno svanita l’essenza

dietro le porte socchiuse o forse mai aperte

coi genitori la cui assenza rende all’illusione

ciò che pensavamo fosse per sempre

una realtà in illo tempore dismessa


nelle sere d’inverno quando agli schiamazzi

seguivano gli strepiti del nascondino

e i rimbrotti: ‘fate piano’ e ‘non correte’

quando poi raccolti d’intorno alla stufa

si cavavano le caldarroste e il buon vino

rosso come i nasi e le orecchie d’ognuno

ad ascoltare le fole cui pure credevamo

partecipi dei timori della notte


fole che nella quiete delle ombre si posano

lasciando spazio ai sogni che della realtà

hanno talvolta solo i colori d’una tavolozza

confusi nel quadro che dell’esistenza rende

un luogo di commiato senza meta

che la sosta è solo permanenza

soglia di nocumento o forse pregiudizio

per chi non crede nell’alterità del pensiero


acciò che l'oggettività nega del mondo estremo

di quel non-essere che pure incombe

sinonimo di diversità indice di differenza

cui siamo legati da indissolubile parvenza

capaci/incapaci di misurare il tempo della nostra

resilienza allo sgretolarsi dei riarsi muri

che hanno plasmato la nostra logora identità

e ci hanno visti crescere e morire


nell’illusione del tempo, là dove poggiano le ore



(*) Un grazie di cuore a Giovanni Baldaccini e a Luciana Riommi per la gentile concessione della foto qui utilizzata e per aver dato il titolo a questa mia composizione.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×