scrivi

Una storia di FlayLili

Questa storia è presente nel magazine Spunti di scrittura: #ildono

Il Dono

#ildono

316 visualizzazioni

3 minuti

Pubblicato il 14 dicembre 2018 in Altro

Tags: #ildono #innamorati #marchio #pane

0



Pinuccia tornò dalla fontana con la cannata piena d’acqua, le guance un po’arrossate e la gonnella che frusciava a ogni passo. Bella e formosa, pur essendo una semplice sarta, attirava l’attenzione di molti giovanotti del luogo, ma lei nel cuore ne aveva uno solo.

-Pinù vieni, vie’, ché ci sta una sorpresa- disse la madre con un sorriso strano quando entrò in cucina.

«E cosa c’è?» fece lei con l’aria impertinente che la caratterizzava.

Sua madre allora le mostrò un marchio per il pane e disse: «Questo è per te!»



questo marchio per il pane rappresenta una donna stilizzata e lascia un segno a quattro punte
questo marchio per il pane rappresenta una donna stilizzata e lascia un segno a quattro punte

Lei sbiancò non sapendo chi poteva averle fatto quel dono, certamente non la persona che lei amava, ricco com’era… figuriamoci se le faceva una richiesta di fidanzamento.

«E chi…chi me lo ha donato?» fece balbettando.

«Qualcuno che è rimasto colpito dai tuoi occhi, ha detto che gli sembrano due olive nere, ma quelle belle, sincere, di Gaeta.»

«Ma’ non mi piglia’ in giro, per favore. Tengo il cuore che mi batte a mille. Si può sapere chi è stato, sì o no?»

«Mah! Pare che si chiama Michele.»

Il cuore di Pinuccia ebbe un tonfo improvviso.

«Ma, Michele chi? Ce ne stanno tanti…»

«Mantieniti forte, figlia mia, ‘ché la persona che t’ha fatto questo regalo è proprio il Michele che pensi tu. Ha mandato l’ ambasciata da un suo fattore e se tu accetti stasera viene lui.»

«No, no! Sto così combinata…» fece la ragazza cercando di stirare con le mani la gonna stropicciata.

«Allora devo dire di no?» fece la madre ridendo sotto i baffi.

«Ma che dici, piuttosto aiutami a farmi bella per stasera.»

«Non ne hai bisogno, sei un fiore.»

Pinuccia corse in camera sua e si avvicinò alla finestra. Si vedeva l’enorme distesa di vigneti e uliveti che appartenevano a Michele, ma a lei non importava, di tutta quella ricchezza. Di lui l’aveva colpita lo sguardo di miele che ogni volta le faceva tremare le gambe.







Strinse tra le mani l’oggetto che aveva avuto in dono e lo ripose accuratamente tra le sue cose più preziose. Si sentiva sciogliere di dolcezza e aveva la sensazione che il sangue fluisse più veloce. Sciolse la treccia e liberò i capelli per lavarli e profumarli.

Un nitrito la fece rabbrividire. Lesta raggiunse la finestra e lo vide. Lui sollevò il cappello in segno di saluto e sorrise, poi ripartì subito al galoppo.

Lei sospirò dietro ai vetri. In fondo la sera sarebbe arrivata presto…


IL MARCHIO PER IL PANE. Oltre alla valenza meramente funzionale e simbolica il marchio per il pane assumeva anche un significato sociale; veniva difatti donato da mezzadri e pastori alla moglie del padrone in senso di rispetto. Rappresentava inoltre uno dei modi con cui il capofamiglia ricordava alla famiglia, con il pane marchiato col suo "segno", la sua autorità e supremazia. Spesso il marchio riproduceva una figura che aveva un nesso con il possessore, le iniziali della casata, un semplice nome, un oggetto o un animale che richiamava il cognome della famiglia; Stella, Gallo ecc.. Veniva anche donato dall'uomo alla donna amata ed utilizzato, nel caso in cui venisse accettato, come risposta positiva ad una richiesta di fidanzamento. I marchi per il pane erano in uso già tempi di Babilonia, ve ne sono chiare tracce in Sardegna e in Lucania 2000 anni fa ed era in uso presso tutti i paesi del Mediterraneo. L'uso del marchio era essenziale nelle comunità che si servivano di forni collettivi per cuocere il pane perché distingueva il pane delle singole famiglie. In alcune aree il marchio è caduto in disuso solo negli anni '60.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×