scrivi

Una storia di utente_cancellato

Segreti

173 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 08 novembre 2018 in Storie d’amore

Tags: #amore #fratello #segreti #sorella

0

Stasera ho ricevuto una notizia.
Sono stata al telefono con mio fratello per un'ora e quarantacinque minuti. Non abbiamo mai avuto un gran rapporto, io e mio fratello. Ma non per questo smettiamo di volerci bene.
Una cosa mi piace di me e mio fratello: nonostante tutte le parole e gli insulti che ci tiriamo dietro a vicenda, quando ci succede qualcosa ce lo raccontiamo subito. Non esitiamo un attimo, siamo il diario segreto l'una dell'altro. E stasera ne ho avuto la conferma.
Mio fratello ha quattro anni in meno di me e ama giocare ai videogiochi. Ogni tre o quattro mesi, la sua richiesta di un nuovo gioco per la PlayStation 4 o per il computer non tarda mai. È quasi un nerd. Io, nella mia mente, ho sempre pensato che per via di questa passione sfrenata per i videogiochi, lui non abbia mai avuto l'opportunità di farsi le sue prime esperienze con qualche ragazza. Un pensiero stupido il mio, lo ammetto.
Stasera, dopo qualche esitazione, mio fratello mi ha confidato di non essere indifferente ai ragazzi. All'inizio non ci credevo, pensavo fosse uno scherzo: mio fratello è il pastorello che grida "al lupo, al lupo!" solo per farsi due risate e ormai inizio a pensare che gli piaccia prendermi in giro.
Infatti mi ha chiesto se gli credessi, aggiungendo che erano quasi due anni che voleva parlarmi di questa cosa. Il tono si stava facendo serio, quindi l'ho incoraggiato a parlare.
Alla fine, la frase che mi ha quasi fatto piangere: «Mi sento meglio ora. Volevo dirtelo da tanto tempo, non so perché non riuscissi». E lì ho capito. Ho capito quanto mio fratello è fragile in fondo. Ho capito di quanta fiducia ripone in me.
Non credo che i nostri genitori lo sapranno, non in futuro prossimo almeno. E credo che io sia l'unica persona a cui lui abbia voluto parlare di questa cosa. E sono felice. Sono felice perché mio fratello non si crede sbagliato, è solo un ambiente nuovo per lui e si abituerà presto. Sono felice perché sa che ha una persona che lo sostiene e quella persona è sua sorella. Sono felice perché non permetterò a nessuno di fargli del male e lotterò sempre per la felicità di lui e di quelli come lui.
Ora, sto piangendo. E sono lacrime di gioia.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×