scrivi

Una storia di Steviej

La Crisalide

Quegli ostacoli indispensabili

402 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 14 settembre 2018 in Fiabe

Tags: #crisalide #farfalla #ostacoli

0

C’era un piccolo foro in un bozzolo dal quale si intravedeva un movimento.

Un uomo che passava lì per caso, si mise a osservare attentamente. Una crisalide si stava sforzando di uscire da quel piccolo buco.


Erano ormai passate quasi due ore e sembrava che quella piccola bestiolina si fosse arresa ed il buco fosse sempre della stessa dimensione. Sembrava proprio che la farfalla avesse ormai fatto tutto quello che poteva, e che non avesse più la possibilità di fare nient’altro.


Allora l’uomo, un po’ per impazienza, un po’ per offrire il suo sostegno, decise di aiutare la farfalla. Prese un temperino ed aprì il bozzolo.

La crisalide uscì immediatamente. Però il suo corpo era ancora stranamente piccolo e rattrappito e le sue ali erano poco sviluppate e si muovevano a stento.


L’uomo continuò ad osservare attentamente quell’insetto perché sperava che, da un momento all’altro, le ali della farfalla si aprissero e fossero capaci di sostenere quel corpicino, e che cominciasse a volare.


In realtà, non successe nulla!


La farfalla passò il resto della sua esistenza trascinandosi per terra con un corpo rattrappito e con le ali poco sviluppate e non fu mai capace di volare.


Ciò che quell’uomo, con il suo gesto di gentilezza e con le sue buone intenzioni non era riuscito a capire, era che farcela a passare per lo stretto buco del bozzolo significava per la farfalla poter compiere quello sforzo necessario a trasmettere l'energia dal suo corpo alle ali, così che potesse volare.

Era il modo particolare con cui la natura la faceva crescere e sviluppare.


A volte, le sfide sono esattamente ciò di cui abbiamo bisogno nella nostra vita.
Se potessimo vivere la nostra esistenza senza incontrare alcun ostacolo, saremmo talmente limitati da vivere vegetando e da non riuscire mai a combinare niente.

Non potremmo essere così forti come siamo e non potremmo mai volare.


Non aspetto più che le cose accadano e non lascio che siano gli altri a fare le cose al posto mio, a meno che ci sia un motivo specifico, perché questo non mi permetterà mai ne’ di migliorare ne’ di raggiungere i miei obiettivi.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×