scrivi

Una storia di vladimiroforlese

Questa storia è presente in 2 magazine

Guarda tutti

Gli uccelli

130 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 01 febbraio 2019 in Poesia

0

Ascoltateli gli uccelli, all’alba,

prima del rumore umano

che li fa muti.

Cantano affacciati alle finestre del cielo

ma è voce di terra

chiusa nel polso della terra

la loro voce

(rotolata dalla memoria di un caos inabitato)

che brilla di rivelazioni

e sembra ringrazi il chicco

in cui sopravvive la bella speranza,

il fulgore spericolato del volo.


Ascoltateli gli uccelli,

due spanne sopra le nostre teste

dove si gioca ciò che già perdemmo:

il loro trillo materializza bianche idee,

ricama nell’aria il mistero

di un fuoco incalcolabile.

E’ puro delirio, febbre di ali,

amore che lotta

perché non vada sprecato.

E’ poesia

venuta da abissi incantati
a cercare il tuo cuore più vero

per sparpagliarlo nel vento.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×