scrivi

Una storia di Adaclaudia

Incipit

13 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 15 luglio 2021 in Altro

Tags: #scrittura

0

“ E' sorprendente come, a volte, un solo dettaglio catalizzi tutta l'antipatia rivolta verso una persona.

Una piccola fenditura nell'unghia del pollice della mano destra, un particolare che per altri era passato inosservato concentrava la repulsione che A. provava per quell'uomo”


“ Nel silenzio della notte a volte si svegliava senza un motivo preciso e se ne stava immobile ad occhi chiusi ad ascoltare un rituale che conosceva da tempo.

Lo scricchiolio dell'armadio, complice l'assestamento del legno che seguiva il variare del tasso di umidità, il curioso canto di un uccello notturno che esibiva inquietanti sonorità di un cardellino, il passo del suo vicino di camera che avanzava alternando un passo sicuro e deciso con un altro trascinato.

Quest'ultimo rumore lo portava a formulare svariate congetture sul motivo di una tale camminata “


Un altro foglio si andò a depositare nella scatola di cartone che già ne conteneva altri. Tanti fogli scritti a matita con una grafia minuta e regolare, tante scatole di cartone legate con una cordicella a cui mancava solo un sigillo in ceralacca per chiudere il lavoro di tanti anni in un passato cui non voleva far ritorno.

La lampada del soggiorno disegnava un cerchio di luce dal quale restavano esclusi gli scaffali sui quali altri scritti erano in attesa di essere portati a compimento.

“ Incipit” unico titolo per tante opere iniziate e mai finite, come la sua storia con tanti inizi e nessuna conclusione.

Con un gesto involontario urtò il filo al quale era sospeso l'interruttore della lampada che iniziò ad oscillare proiettando, ingrandita, la sua ombra all'interno del cerchio.

Il movimento regolare catturò il suo sguardo mentre il pensiero riandava al tempo già trascorso.

A tu per tu con la metafora della sua vita, lui immobile e il tempo che inesorabile scorreva.

In quell'istante decise di farla finita, prese un temperino ben affilato e con pochi colpi decisi fece la punta alla sua matita preferita.







Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×