scrivi

Una storia di Albert5454

Una traccia dell`altra sera.

In piccole parole, in piccoli gesti, trovi il vivere.

194 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 15 febbraio 2019 in Altro

Tags: #casa #sera #Tu #vino #viso

0

Tracce dell’altra sera…


Ci ha sorpreso la velocità dello scorrere di questa notte. Il suo silenzio sembra rimbombarmi nelle tempie, sai amica mia. Una sera di quelle in cui capisci quanto può risultare speciale un’amicizia serena e intrigante. Una sera di capelli raccolti ed occhi chiari di fronte. Una sera di abbracci onesti. Una di quelle sere in cui non realizzi se sei tu ad indossare la gonna ed è invece Lei a dire” Dai ancora un goccio di vino”.


Da un’eternità oramai siamo vicini. Sento che ancora ti chiedi perché. Ti apro la porta e per saluto ti offro solo tre bacetti sulle guance. Ne sorrido. Uniti da sempre gioiosi assieme, contenti nel ritrovarci. Stasera prima di andare mi racconti di Te, del tuo difficile ora. Mi spiazzi no so cosa dirti accenno solo, queste parole.


… Se dovrai vivere in un lungo silenzio in uno strano letargo ricorda. Non potranno mai negarti il tuo aggrapparti ad uno sguardo. Potranno farti ingoiare la voce oppure legarti i polsi. Potranno cercare di annullarti i colori attorno. Ma tu sappi che non potranno distruggere i pezzi che hai lasciato qui attorno o magari lontano, la tua vita "fuori". Non distruggeranno mai le tue tracce, qualunque siano comunque siano ovunque siano. Non potranno mai ingabbiarti il pensare, accopparti le visioni. Forse loro non lo sanno ancora ma Tu, non ti perderai mai.


Ti accompagno verso casa. Attorno il frastuono della notte resta solo un ricordo mentre il silenzio si espande. Arrivati apri la porta e mi saluti.

Noto il tuo capo chino, non è da Te. Con due dita sotto il mento lo rialzo il tuo viso.

Hai gli occhi rossi. “ Hey su nehhh” ti dico. Con la manica della camicia asciughi lo smeraldo dei tuoi occhi, poi allunghi la mano e mi accarezzi il viso. Con un filo di voce aggiungi “grazie”.


Ti lascio scendendo le scale in velocità. Resta un pensiero in me e mi accompagnerà nel raggiungere casa. “Spero sia bastato a scuoterti”. Notte amica mia, ci si ritroverà presto. Albert.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×