scrivi

Una storia di DomenicoDeFerraro

DOVE VAI SIGNORE QUESTA SERA

17 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 09 settembre 2020 in Poesia

0

DOVE VAI SIGNORE QUESTA SERA


L.Dalla



Dove vai signore questa sera

Vado sulla luna

posso venire con te

Potrai venire con l’ombrello con la tua aria stralunata

Non posso essere diverso ma posso essere questo sogno

Hai caldo , stai sudando

Sono in mutande e vorrei andare a dormire

Tante domande per dire che questo è un gioco di rime

Spero ti faccia piacere se ti tengo legato alla mia lingua

Vorrei tranciare questo cordone ombelicale

Sei fermo davanti a me, sei tanto grande che non posso passare

Farò finta di girare il caffè

Ma lassù ̆ piove...

Portami con te

Dovunque vai, chiunque sei , se vuoi verrai con me

Dove vuoi tu, mi troverai

Amore, vorrei assaggiare la tua pelle al gusto di limone

Ma è amara come i chicchi del caffè

Ora riposo sopra un cuscino ed inseguire un sogno

E se finirai perché lo so che finirai

Da qualche parte arriverà un altro

Beh farei un salto fuori per vedere se m’aspetta qualcuno

È inutile , non c’è legge tra la gente

Ti senti negato

Sono caduto in una rete di pescatori informatici

Sei qui , ora confessi i tuoi peccati

Non voglio parlare , lasciami in pace

Non scappare dobbiamo dialogare

Togliti il costume

Abusi di me della mia pazienza

Sei ad uso e consumo

Ho aspettato mille anni

Aspetterai altri mille anni

Per veder che faccia hai

Adesso dimmi dove sei e perché non ti ho trovato mai.

Nelle baracche dei diseredati , negli ingorghi autostradali

dentro agli occhi stralunati

Nelle notti tutte uguali a volte arrivi, a volte te ne vai

Portami con te

Non posso, sono sempre stata sola con me stessa

Questo gioco credimi è durato a lungo

Hai un metro per misurare questo dolore

Ancora dietro la porta ad ascoltare ogni cosa

Non credevo fossi cosi nero

Sei in prima fila pronto a saltare nella padella

Aspetto l’autobus

Il lampione luccica

Una lucertola va a spasso con la sua amante

Sei pregato di capire gli ultimi di questo mondo

Non ho sposato una gallina

Ero una fatina turchina un tempo

Ti ricordo che volteggiavi nell’aria

Brigante

Un imbroglio di lenzuola

La lingua batte dove il dente duole

Duole nel vedere immagini di una città che diventa sempre più cattiva

In mezzo ai cieli colorati

Dentro ai tanti vuoti mai provati

Amore, hai pagato il pedaggio autostradale

Portami con te con i miei sbagli continuati per tutti i cuori trascurati

Amore, non tradirmi con la signorina del piano di sotto.

Nelle baracche dei gendarmi, negli ingorghi autostradali

dentro agli occhi stralunati

Nelle notti tutte uguali a volte arrivi, a volte te ne vai

Una luce si è accesa

Guarda dove mette i piedi

Una finestra luccica tra i palazzi e da lontano sui terrazzi ammiri il mare

Danzano le ombre fresche della sera

E' la fine dell'estate per miliardi di persone

Per le persone innamorate

Amore, parliamo di noi

Dove vai questa sera

Vado sulla luna

posso venire con te


II



Vieni con me sulla luna, ove giocano le ombre nel cortile .

Luminoso questo cuore con tutti i suoi dolori, le sue meschine pene ,

chete e bugiarde che continuano a giocare con il mio cuore che batte forte nell’oscurità mentre s’ode un fischio nella notte lontano

La voglia di partire di andare nella città che vive in milioni di respiri ,

Insieme a me, tante persone ed io m’abbandono al canto della rivolta

nella dolce litania di gente che gioca con la vita e la morte.

Cosa debbo fare per farmi voler bene

Per riuscire a scrivere una canzone d’amore che sia vero amore

una mollica di pane , un canto che odo nella notte.

Rimango sotto le stelle seduto in riva al mare con tutti i miei fantasmi

con le mie paure con il gatto che gioca con i raggi della luna .

Tempo , dammi tempo non mi massacrare i testicoli

tra poco mi addormento lo sento , aiutami a sognare

La nave che era in porto

E già lontana

Ë un punto in mezzo al mare

Ogni cosa è trascorsa , attraversando la strada , con queste note ,con l’ombra della sera che balla con un matto, poi con una donna seduta ,sopra un morto che fa finta di essere vivo.

Cosa mi dovrò inventare ancora per farmi voler bene

Cosa debbo fare per far capire che la mia ignoranza è una carta da gioco che io non so giocare ne con la vita , ne con la morte, ne con chi come me cammina a sera in questa città dai mille respiri dai sereni accenti .

Sotto gli archi che si piegano nell’andare nel ritornare indietro.

Nel tempo nel ritmo di un motivo, io vivo, nel gioco della sorte

nel gioco del gatto dal pelo grigio di nome Gigi.

Addio, vorrei andare via e non tornare mai più , per dire quello che provo , quello che ho perduto in questo crudele gioco , all’ingresso della stazione.

Mi hanno portato via in un alito di vento nella confusione , mentre assoporavo un gelato al pistacchio , mentre guardavo la luna e la bella signorina dai tacchi alti a passeggio sopra le nuvole.

Ad occhi chiusi vado, senza fermarmi mai con un filo d'erba in tasca vado.

Tempo , dammi tempo, ancora , perché non so cosa succederà.

Adesso sto dormendo eppure mi scorre nelle vene la vita di milioni di persone sconosciute.

Ci sarà pure un posto dove il cuore non ha più catene

Dimmi ti prego, cosa bisogna fare per farsi voler bene

Arrivederci , mia cara vorrei andare via, non tornare a mani vuote

ad occhi chiusi non fermarmi , mai con le foglie d'erba in tasca

La luna che era in cielo scende , chissà dové che va a dormire

M’immagino di gente pronta ad aprire la porta ai propri sogni

pronta ad uscire fuori il balcone di casa ed osservare la città dormire.

Addio, vorrei andare via, non tornare mai più , ad occhi chiusi non fermarmi con le foglie d'erba in tasca me ne vado dove mi pare spero senza alcuna colpa , poiché chi mente è un perdente.

Per chi canta per bisogno , chi per altri sogni .

Dove vai signore questa sera

Vado sulla luna

Posso venire con te.



Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×