scrivi

Una storia di RossellaDettori

Questa storia è presente nel magazine Romanzo a puntate

La simmetria dura solo un minuto

5 - Regina

37 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 09 settembre 2020 in Altro

0

- Ma tu riesci a dilatare le narici? –

Quella bella ragazza dai capelli corvini e gli occhi verdi, atletica, che si diceva praticasse ginnastica artistica, non era poi così difficile da notare.

Eppure Eleusi l’aveva pressoché ignorata a lungo.

Salvo quella mattina - in cui le aveva rivolto, chissà perché, quella buffa domanda, che rivelò alla ragazza i suoi emergenti tratti di eccentricità.

Regina, questo il suo nome, rise; ma poi espirò lievemente dal naso apposta per lei, in modo, appunto, da dilatare le narici.

- Perché tutti ci riescono, ma io no? – si chiedeva Eleusi a voce alta.

- Ho conosciuto una pazza! – annunciò Regina a genitori e sorella, tornata a casa.

Ben presto divennero amiche, comunicando più spesso per iscritto che oralmente, scambiandosi lettere e riempiendo insieme interi quaderni.

Regina ne pagò il prezzo: Lavinia non la invitò più alle sue “uscite di gruppo”, nelle quali – talvolta in orari scolastici - guidava il codazzo della classe, esclusa ovviamente Eleusi, alla sua cornetteria preferita, al mare, ai giardini pubblici, con tanto di macchina fotografica polaroid – e chissà che altro di esaltante!

- Non devi odiarla, sai? – disse un giorno Regina ad Eleusi – O cade da ferma, di schiena, o qualcuno la picchia: Petra ha notato i lividi –

Aggiunse che sua madre se n’era andata, per farsi un’altra famiglia.

Raccontò che, se Lavinia comprava magliette pensate per ragazze, le indossava solo a casa davanti allo specchio, per poi riporle in un cassetto.

Allora Eleusi provò ad essere più disponibile con Lavinia, tentò di instaurare un qualche dialogo, in più occasioni.

Quella, per tutta risposta, disse agli altri in un primo tempo che Eleusi era falsa, poi che ci aveva addirittura provato con lei.

Regina non difese mai apertamente l’amica: non le piacevano le scenate teatrali.

Però, da allora, tagliò tutti i ponti con Lavinia.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×