scrivi

Una storia di SofiaDrewPucci

HALO OF MYSTERY

alone di mistero

297 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 27 novembre 2018 in Horror

Tags: #amiche #bambole #fantasma #horror #nonna

0

"Sicuramente non sarò la persona più indicata per scrivere questa storia. Sono passati molti anni dalla mia avventura, si lo so, sono giovane dovrei vivere avventure ogni giorno e invece no. ho un gruppo di anziani che hanno 20 anni. Però ci tenevo a scrivervi questa perla della mia vita.

potrebbe essere sia finzione che realtà, ma questo voi non lo saprete mai.."


Che voi ci crediate o no, io vengo da un paesino di campagna, in una villa familiare li vicino vive una famiglia, molto cordiale, beh quella è la mia famiglia, ho un fratellino più piccolo che all'epoca aveva 11 anni e poi ci sono mia mamma e mio papà, non sono mai andata d'accordo con loro però ci aiutiamo sempre nel momento del bisogno. noi abitiamo all'ultimo piano della villa, ovviamente abbiamo la parte soffitta inclusa e fin qui tutto normale se non fosse per un piccolo particolare anche a me all'epoca sconosciuto.

Fin da piccola ho sempre sentito movimento dalla fatidica soffitta ma non ci facevo tanto caso.. all'età di 8 anni, purtroppo muore la mia migliore amica di cancro, avevo solo 8 anni non sapevo cosa voleva dire morire e non rivederla più, me ne accorsi solo dopo quanto ci non ci potevo più giocare insieme, mi cadde il mondo addosso.

Capì di avere dei piccoli "Poteri" (chiamiamoli così) quando la vidi in soffitta che mi osservava e mi salutava, fu una questione di un attimo che poi sparì, però la ricordo perfettamente, era come sempre con la sua fascetta in testa, i suoi dentini da castoro sporgenti e la sua tuta con le ciabattine. Purtroppo successe solo una volta e anche se avevo paura speravo che ricomparisse. l?unica volta che la sentì vicino a me fu quando dopo 2 anni ci vennero a trovare i suoi genitori, grandi amici di famiglia, mi chiesero se mi ricordassi della loro piccola bambina e li senti un brivido percorrermi per tutta la schiena, sapevo che anche lei era li ad ascoltarci e le risposi senza pensarci "si". Dopo questi episodi tutto cesso e il silenzio incombe su casa mia come se qualcuno da quella soffitta se ne fosse andato e avesse finalmente trovato pace.

Qualche anno prima però, morì anche mia nonna, che per me era come una seconda madre, morì per una chiusura improvvisa di una vena.. Per me anche quello fu un duro colpo emi ricordo che gli feci un disegnino e glielo misi nella tomba sperando che un giorno si risvegliasse per vederlo.. mi ricordo ancora quel giorno avevo solo 6 anni e mi dicevano " la nonna dorme " ed io rispondevo "no, lo so che non dorme". non buttai una lacrima molto probabilmente per l'atmosfera che tutti mi avevano creato essendo molto piccola, in realtà un minimo alle loro parole ci avevo creduto. Anche essa la vidi solo una volta su in quella soffitta, con la sua vestaglia blù coni fiorellini che lei portava sempre in per stare in casa. La sognai per ben 2 volte dalla sua morte.. ora ho 19 anni e sono passati ben 13 anni dalla sua morte, la seconda volta che la sognai però fu la notte stessa che morì la mia bisnonna, non che la mamma di mia nonna, le sognai entrambe che mi salutavano e fui molto più serena perché sapevo che una volta dal'altra parte non erano sole.

fino ad oggi ne sono successe di altre cose, ma non solo a me anche a mio fratello.

Una notte ci svegliammo in contemporanea e verso le 3:30/4 di notte si vide la luce di sala accesa( io e mio fratello abbiamo un letto a castello quindi fino alla mattina dopo nessuno bdei due sapeva che si era visto la stessa cosa) , non curanti e pensando che il babbo o la mamma fossero andati magari in cucina e avessero acceso la luce ci rimisimo a dormire. Ma la cosa che ci fece più paura è che la mattina dopo si fece entrambi la stessa domanda ai nostri genitori, cioè "chi dei due alle 4 avesse acceso la luce?" ed entrambi ci dissero che nessuno dei due si era alzato a qual ora e che la mattina la luce di sala era spenta. Io e mio fratello ci mettiamo a ridere sperando in una loro espressione scherzosa, ma non fù cosi e ad oggi ci chiediamo ancora chi avesse acceso la luce quella notte.

Tutto normale.
Tutto normale.

Beh non poteva non mancare anche la storia sulle bambole che appartenevano alla mie nonne di cui ho parlato in precedenza.

Non si sono mosse o nulla di quella cavolate che sentiamo al giro, ma però mettono una brutta sensazione avvolte, non sempre ed è questo che fa paura. Tipo oggi che gli ho fatto la foto non mi fanno ne caldo ne freddo, ma sicuramente uno di questi giorni questa foto mi metterà ansia e dovrò togliere. La cosa strana è che nei giorni che a me mi viene l'ansia a guardarle, non vine solo a me ma anche a tutta la famiglia. Ed è strano perché non è che ci mettiamo d'accordo.Per esempio in tutta la mattina non mi è arrivata nemmeno una telefonata appena ho messo questa foto ne sono arrivate 2, va bene coincidenze si è vero. ma tutto deve essere una coincidenza ? ce un rumore in soffitta, a va beh saranno i topi, preciso i topi fanno casino mentre io scrivo sta cosa ? può darsi di sicuro non vado a vedere, però ce sempre quel alone di mistero.

"però che questa storia vi possa piacere e se non vi piace ditemi cosa non vi piace, magari qualche impostazione del testo aiutatemi a migliorare, accetto tranquillamente critiche e so che ne riceverò molte, ma sbagliando si impara, un saluto e spero alla prossima"


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×