scrivi

Una storia di Renata

Amore impossibile

187 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 15 ottobre 2018 in Storie d’amore

Tags: #amore

0

cominciò come comincia sempre, con uno sguardo! Gli occhi fanno l’amore molto prima del resto del corpo. Se lo sguardo è preludio, la parola è attesa.
L’attesa, se prolungata, da diletto diventa struggimento, ma tocca a lui interromperla, lei lo sa e lo spera, ma lui tergiversa: ‘E se non le piaccio?’ è lo slogan che lo tormenta, gli fa comprimere il torace, torcere l’immaginazione, torchia il proprio agire perché lo porti a lei, ma niente, si ritrova in un mare torbido di timori.
Così l’attesa si prolunga ancora, struggimento genera sfinimento, si sedimenta il sentimento. Quando capita si vedano, lo sguardo da incontenibile diventa incoerente, incostante, quasi inconcepibile, lui incodardì, lei non sopportò l’incognita e il possibile incontro si rivelò solo un’incollatura di pensieri inespressi.
Finì come finisce talvolta, con un desiderio! La mente dice addio all’amore molto dopo tutto il resto del corpo. Se la mente è infinito, il silenzio è punto di non ritorno”.

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×