scrivi

Una storia di Pietro10

MONVISO

" Il Re di Pietra"  (3.841 m)

90 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 25 gennaio 2019 in Avventura

0

Nel 1971 l’Assemblea Generale dell’UNESCO approva la nascita di un Programma Intergovernativo denominato “Man and Biosphere” (MaB), “Uomo e Biosfera”.

Il programma, è il risultato della proposta di un gruppo internazionale di scienziati in quarant’anni si è evoluto in un complesso insieme di attività di ricerca applicata alla gestione degli ecosistemi terrestri ed acquatici.


Il programma MaB è noto per aver dato vita ad una rete mondiale di “Riserve della Biosfera” (“Biosphere Reserves”): attualmente sono 631 distribuite in 119 paesi del mondo e il loro numero è in continua crescita.

L’Italia - che ha ampiamente contribuito alla creazione del Programma MaB e al suo avvio negli Anni Settanta – conta attualmente 15 Riserve della Biosfera, dislocate in varie regioni della penisola. Ad oggi l'unica con caratteristiche transfrontaliere è quella del Monviso.


Il Consiglio ha accolto la proposta della futura riserva della biosfera transfrontaliera tra la Francia e l'Italia, che include una parte nazionale in Italia denominata Area della Biosfera del Monviso e la Riserva della Biosfera del Mont-Viso per la parte nazionale francese. La parte italiana della Riserva della Biosfera “Area della Biosfera del Monviso” si trova nella regione settentrionale delle Alpi italiane, al confine con la Francia. Ha una grande varietà di ecosistemi lungo il gradiente (450-3 841 metri sul livello del mare), tra cui significativo il Monte Viso, il bosco dell'Alevè popolato principalmente dal Pinus cembra e il bacino del Fiume Po, che ha origine a Pian del Re (2020 metri) e scorre attraverso l'intera area centrale della riserva della biosfera.

Si estende su una superficie totale di 293.916 ettari e comprende le aree che fanno già parte della rete Natura 2000, così come in zone importanti per la conservazione degli uccelli (IBA).




La popolazione permanente: vivono all'interno della riserva della biosfera 266.474 abitanti, concentrati prevalentemente nelle zone basse, la popolazione delle zone montane stanno diminuendo rapidamente.

La zona è già sede di attività secolari quali l'agricoltura e la produzione di oggetti artigianali tradizionali come il legno e l’intaglio, ad esempio nella produzione di giochi, arredi e arpe. Le attività umane specialmente come lo sfalcio di alta quota, sono considerate un importante elemento culturale che deve essere protetta in quanto contribuisce alla diversità delle specie vegetali nelle valli delle Alpi. L'area è anche sede di due siti Patrimonio dell'Umanità.

Il Monviso da sempre da sempre è stato meta di alpinisti e appasionati di montagna, ciò ha fatto si che la catena montuosa non fosse solamente una delle tante ma ottenesse nel tempo una valenza sociale, ciò è stato coronato dalla creazione di un sito MAB.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×